Solo lo spagnolo della Mclaren fa segnare un tempo dopo la nevicata della mattina

La terza giornata di test sul tracciato catalano del Montmelò è stata una delle più inutili della storia delle prove invernali. La mattinata è stata caratterizzata da una forte nevicata che ha imbiancato l’asfalto e le vie di fuga della pista, rendendo impossibile anche un solo giro ai piloti.

Nel pomeriggio la neve che si è trasformata in pioggia battente,così si è deciso di aprire la pista, permettendo a qualcuno di girare. Soltanto cinque piloti hanno deciso di sfidare le ostilità metereologiche: ci hanno provato Ricciardo, Hartley, Ericsson, Kubica ed Alonso. I primi quattro si sono limitati a svolgere un installation lap, per poi riprendere immediatamente la via dei box.    Lo spagnolo della Mclaren-Renault ha invece deciso di completare un giro lanciato, chiudendo in 2’18”545 che è l’unico tempo di giornata, il quale riporta una Mclaren in cima alla lista dei tempi dopo tantissimo tempo. Va detto che questa prestazione, chiaramente ottenuta con gomme full wet, è di quasi un minuto più lenta rispetto al miglior tempo di ieri di Vettel.

La giornata odierna ha visto Mercedes e Ferrari a riposo, senza mai scendere in pista. I due top team hanno dunque preferito tenere lontane le loro monoposto da rischi inutili, nell’attesa di tornare a lavorare e magari a spingere domani. Ciò che è successo oggi ha scatenato le polemiche su come la Formula 1 avrebbe potuto evitare una situazione surreale come quella che si è vista, magari organizzando dei test in luoghi caldi come il Bahrain, dove da ormai da quattro anni non si gira durante l’inverno. Speriamo che tutto ciò serva da lezione per il futuro, intanto domani le condizioni dovrebbero essere più praticabili per delle monoposto così prestazionali che devono completare il loro sviluppo verso Melbourne.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: