News F1 è in pista per raccontarvi dal vivo ciò che accadrà all’Hungaroring

Ormai ci siamo, il GP di Ungheria scatterà tra poche ore. La prima fila tutta Mercedes è stata sicuramente un duro colpo per le ambizioni di vittoria di Vettel e della Ferrari. Su una pista in cui i sorpassi sono una chimera, partire alle spalle delle frecce d’argento non era sicuramente ciò che gli uomini del Cavallino si aspettavano.

Il diluvio che ha colpito l’Hungaroring ieri pomeriggio è stato, è proprio il caso di dirlo, un fulmine a ciel sereno. La Ferrari qui sembrava difficilmente battibile in condizioni di asciutto, mentre ha sofferto con le full wet come a Monza lo scorso anno. Ora bisogna pensare alla gara, ed è più importante che mai per Vettel togliersi dalla testa la qualifica di ieri e l’errore sanguinoso di Hockenheim.

Oggi è fondamentale per la rossa centrare una partenza perfetta come nel 2015, quando Vettel e Raikkonen balzarono davanti a tutti alla prima curva. Si metterebbe male se invece le Mercedes dovessero mantenere la testa, con Bottas a far da scudiero alla fuga di Hamilton. Un fattore che può essere favorevole agli uomini in rosso è certamente il gran caldo: attualmente la temperatura dell’asfalto è di 45 gradi, dunque è facile pensare che nel pomeriggio salga ben oltre i 50.

La Ferrari non può far altro che attaccare, perché almeno nelle libere era nettamente la macchina da battere sul passo gara. Una vittoria terrebbe aperto tutto, andando in vacanza con un mondiale più combattuto che mai. Un’altra vittoria di Hamilton sarebbe una sorta di pugno del Ko, dato che vincendo andrebbe come minimo a +24 nel mondiale. Come ci ha insegnato questa stagione tutto può accadere e la risposta la avremo solo a partire dalle 15:10 quando scatterà la gara.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: