Notizie Formula 1 –  team di F1 hanno l’obiettivo di aumentare la fornitura di attrezzature mediche per combattere il coronavirus in pochi giorni.

F1 e i team stanno lavorando con il governo del Regno Unito e le autorità sanitarie per produrre più ventilatori, necessari nelle unità di terapia intensiva.

I team di F1 hanno capacità ingegneristiche che potrebbero accelerare la produzione delle attrezzature che al momento scarseggiano.

Uno degli effetti dei gravi sintomi del coronavirus sono i problemi respiratori e i ventilatori sono dispositivi utilizzati per fornire più aria ai pazienti con difficoltà.

La F1 ha detto che si sperava che ci sarebbe stato “un risultato tangibile nei prossimi giorni”.

In oltre la F1 ha dichiarato: “Un collettivo di squadre di F1 con sede nel Regno Unito, grazie alle proprie tecnologiche sta valutando il supporto per la produzione di dispositivi respiratori in risposta alla richiesta di assistenza del governo britannico.

 

Formula 1 COVID-19

“I team stanno lavorando in collaborazione con F1, il governo del Regno Unito e altre organizzazioni per stabilire la fattibilità dei team nella produzione o nel supporto di una produzione di dispositivi medici per aiutare nel trattamento dei pazienti affetti da coronavirus.

“Tutti i team dispongono di capacità di progettazione, tecnologia e produzione e sono specializzati nella prototipazione rapida e nella produzione di alto livello, che si spera possano essere applicati alle esigenze critiche stabilite dal governo.

“Lavorando con Innovate UK, l’University College di Londra e gli ospedali UCL, i team stanno valutando una serie di percorsi da supportare in collaborazione con produttori e organizzazioni esistenti nei settori aerospaziale e automobilistico.

“Si spera che questo lavoro, che è in rapido progresso, produrrà un risultato tangibile nei prossimi giorni”.

Numerosi team hanno divisioni tecniche che potrebbero alimentare direttamente la capacità di produzione nazionale dei ventilatori nel Regno Unito, in particolare McLaren, Red Bull, Williams e Mercedes.

Ma tutti i team dispongono di capacità produttive avanzate che potrebbero essere potenzialmente utilizzate per realizzare dispositivi complessi come questo.

Si stima che nel Regno Unito occorreranno altri 20.000 ventilatori per far fronte alla crisi che si svilupperà nei prossimi mesi.

Si spera che entro la prossima settimana possa essere concordato un piano che aiuti i team a velocizzare la produzione, per rafforzare la capacità dei servizi sanitari di affrontare un numero crescente di pazienti con difficoltà respiratorie.

La famiglia Agnelli, che controlla la Ferrari e la Fiat, ha donato 10 milioni di euro al governo italiano per contribuire a far fronte all’emergenza del coronavirus a livello nazionale, oltre ad acquistare altri 150 ventilatori e fornire una flotta di automobili per distribuire cibo e medicine.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: