Sia la squadra statunitense che quella campione del mondo porteranno step aerodinamici in Canada

Stiamo per entrare nel vivo del settimo appuntamento del mondiale 2018, che si disputerà sul tracciato Gilles Villeneuve di Montreal. Molti team andranno a portare grosse novità sulle proprie monoposto, sia dal punto di vista motoristico che telaistico. La Ferrari ad esempio ha annunciato il passaggio ad una power unit più prestazionale, dato che qui il motore conta molto vista la presenza di lunghi rettilinei.

Per quanto riguarda l’aerodinamica, ci si attendono importanti step da parte di Haas e Mercedes. Il team statunitense ha dimostrato di avere una macchina molto competitiva sino a Barcellona, mentre a Monte Carlo ha vissuto il suo peggior week-end stagionale finendo ben lontana dalla zona punti e con prestazioni al di sotto delle aspettative.  Le dichiarazioni di Gunther Steiner, team principal della Haas, hanno confermato l’arrivo di un pacchetto di aggiornamenti: ”Ci saranno novità sull’ala anteriore, al fondo e ai bargeboard, oltre all’evoluzione della power unit fornita dalla Ferrari. Molti avversari hanno portato sviluppi in Spagna, noi non siamo ancora così veloci nell’evolvere la vettura e per questo la gara canadese sarà fondamentale per la nostra stagione”.

Per quanto riguarda la Mercedes si parla di uno step aerodinamico importante. Stranamente, a Barcellona la W09 era pressochè la stessa delle prime quattro gare, mentre in passato arrivava un modello nettamente evoluto. Non è ancora chiaro cosa di preciso verrà sviluppato sulla monoposto, ma ci si aspetta un’importante evoluzione per contrastare Ferrari e Red Bull che sicuramente vorranno ulteriormente contrastare la corazzata tedesca.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: