Finalmente dopo anni difficili nel precampionato, la F14-T ha confermato i dati della galleria del vento e simulatore in pista, insomma non si è avuto il famoso problema di  “correlazione dati “.

E’ una buona notizia per tutti i Ferraristi, ma secondo la Gazzetta dello Sport la Rossa cambierà parecchio in Baharain.  A Febbraio dovrebbe debuttare la versione B della F14-T, secondo la gazzetta dello sport e come non darle tutti i torti, analizzando bene la monoposto di Maranello si notano bene delle zone volutamente lasciate ” grezze ” per non svelare molto alla concorrenza. In particolare ciò che a noi non convince è tutta la parte di carrozzeria posteriore, in particolare la zona che va’ dalla airbox  allo scarico centrale.

Clicca sotto per ingrandire

TEST PRE-CAMPIONATO F1/2014 JEREZ DE LA FRONTERA

Clicca sotto per ingrandire
prese_d'ara_power_unit_ferrari In questa zona sono presenti delle strane perse d’aria che appaiono quasi incomplete (sulla Sauber motorizzata Ferrari è presente una presa d’aria piu’ definitiva) , ed inoltre la parte posteriore sopra lo scarico centrale appare troppo squadrata e grezza, sembra nascondere qualcosa sotto la carrozzeria, sembra un piccolo canale. Clicca sotto per ingrandire canale interno ferrari f14t Secondo la Gazzetta, cambieranno alettone anteriore, posteriore e qualche dettaglio di carrozzeria che era gia’ stata modificata a Jerez in maniera artigianale e che quindi verta’ opportunamente modificata. Clicca sotto per ingrandire

TEST PRE-CAMPIONATO F1/2014 JEREZ DE LA FRONTERA

 

Il musetto non dovrebbe subire cambiamenti radicali,  Allison ha gia’ dichiarato che sono arrivati a quella forma dopo averne provato una dozzina, in realtà  il musetto basso ad (aspirapolvere) sembra funzionare egregiamente basta vedere le foto con il liquido colorato che ” disegna ” gli andamenti dei flussi per notare che l’aria che passa sopra il musetto,  viene deviata e portata  sotto lo scocca e incanalata dalle telecamere verso la zona del t-tray e successivamente verso
la parte bassa delle pance.

musetto

Secondo il nostro parare la Ferrari ha svolto un buon lavoro, ma attualmente la AMG Mercedes è la vera sorpresa di questi test, oltre ad essere affidabile sembra avere un aerodinamica gia’ piu’ raffinata della Rossa nel posteriore,
Clicca sotto per ingrandire
confronto Mercedes_Vs_Ferrari e alcune soluzioni appaiono molto interessanti anche se non sono inedite ma sono grandi affinamenti di concetti già visti. Ad esempio ci ha colpito molto sia l’anteriore con delle sospensioni ” classiche ” push-rod molto raffinate e che sembrano addirittura piu’ ” pulite ” aerodinamicamente rispetto allo schema pull-rod Ferrari che però è in grado di portare un flusso più ampio e pulito sotto il fondo ma genera più drag nella parte superiore. Il posteriore della AMG Mercedes oltre ad essere piu’  “snello ” in verticale ha gia’ una coca cola piu’ rastremata forse perche’ la carrozzeria è piu’ evoluta di quella Ferrari.  Clicca sotto per ingrandire

pull rod vs push rod 2

La Ferrari dal canto suo sembra avere qualcosa di nascosto nella power unit in particolare in scalata di marcia la rossa è stranamente silenziosa.

Questo pone vari interrogativi:

La Ferrari potrebbe avere un sistema  Brake by wire diverso ?

La ” silenziosità ” è legata al sistema di recupero dell’energia che potrebbe assorbire  in scalata ?

Secondo Omnicorse, il famoso sibilo Ferrari in rilascio sarebbe legato  ad un taglio dell’iniezione di carburante in fase di rilascio.

Guarda filmato


Cio’ che una volta era un tallone d’Achille per la Ferrari, cioe’ i consumi elevati del V8, potrebbe diventare invece un notevole vantaggio oggi.

Sembra infatti che la power unit  059/3 Ferrari sia stata progettata in funzione del taglio del carburante in fase di rilascio, senza compromettere l’affidabilità del motore, rispettando il limite di soli 100 kg di carburante.

Un altro probabile vantaggio è l’affidabilità, come dice
Ing. Luca Marmorini
” non si possono fare modifiche al motore che portano un aumento prestazionale durante il campionato ”

aggiunge poi ” le penalità sono pesanti in caso di utilizzo di motori supplementari ” ne sono infatti previsti solo 5 e la Ferrari ha puntato sul fattore affidabilita’ come caposaldo dell’intero progetto.
Guarda filmato

 

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: