La Red Bull è stata bloccata in un’intensa lotta per il titolo con la Mercedes nel 2021, arrivata fino al controverso finale di stagione di Abu Dhabi, dove è stato Max Verstappen a laurearsi campione del mondo, mentre la Mercedes ha vinto comunque il titolo Costruttori.

Ciò significa che la squadra di Milton Keynes ha dovuto portare avanti lo sviluppo della propria auto 2022 fino all’ultimo minuto.

Lo ha confermato anche Helmut Marko nella sua intervista con Kleine Zeitung: “Abbiamo affrontato due o tre grandi ostacoli [nella preparazione per il 2022]”, ha detto. “È stato il più grande cambiamento nelle normative degli ultimi 15 o 20 anni.

“Tutti i nuovi progetti e la pianificazione dovevano essere eseguiti entro il limite di budget, quindi stavamo lottando per un campionato del mondo e dovevamo portare avanti la nuova vettura allo stesso tempo”, ha spiegato l’austriaco.

La Red Bull ha rivelato la sua vettura di F1 2022, la RB18 il 9 febbraio, ma come si è scoperto, era più una rivelazione della livrea che un’auto reale.

“Quella era una presentazione per il momento. È particolarmente importante per i nostri partner “, ha detto Marko della questione.

“Il primo roll-out avverrà più tardi”, ha proseguito. “E fino alla prima gara in Bahrain, ci saranno dei cambiamenti, ci sono ancora degli aggiornamenti in arrivo”, ha concluso il 78enne.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: