Domenica si corre il settimo appuntamento sulla pista di Montreal con la Ferrari a caccia della Mercedes

La stagione 2019 della Formula 1 è già al suo settimo atto. Il circus iridato è in Canada, prima pista situata oltreoceano del campionato. Si tratta di una vera e propria ultima spiaggia per la Ferrari, con una classifica già disperata ma che ha ancora una piccolissima speranza di essere ribaltata. Le Mercedes ha piazzato sei vittorie e cinque doppiette nei primi appuntamenti, con Lewis Hamilton che viene dai trionfi in Spagna ed a Monaco con il quale ha portato a 17 i punti di vantaggio su Valtteri Bottas. Il primo inseguitore degli alfieri del team di Brackley è Sebastian Vettel che accusa 55 lunghezze di ritardo. Un’eternità se pensiamo che lo scorso anno a Montreal il tedesco e Lewis erano in piena lotta mondiale.

Anzi, per essere più precisi, nel 2018 Seb dominò nettamente dalle qualifiche alla bandiera a scacchi sul tracciato intitolato a Gilles Villeneuve, andando in testa al campionato per un punto approfittando del quinto posto di uno spento Hamilton. Il podio venne completato dall’altra Mercedes di Bottas e dalla Red Bull di Verstappen. Il campione del mondo qui ha sempre fatto benissimo se escludiamo la passata edizione, imponendosi in ben sei occasioni: nel 2007 il ricordo più dolce, vale a dire la prima pole ed il primo trionfo al volante della McLaren-Mercedes, per poi ripetersi sempre con il team di Woking nel 2010 e nel 2012. Con la Mercedes si è imposto per ben tre anni di fila, dal 2015 al 2017. Qui la Ferrari ha sofferto molto negli ultimi anni, dato che l’ultima vittoria prima di Vettel era targata 2004 con Michael Schumacher, autore anche dell’ultima pole nel 2001.

Seb ha ottenuto soltanto un altro successo, quando scattò dalla pole nel 2013 con la Red Bull. Qui il più vincente è ovviamente il Kaiser di Kerpen, che ha ottenuto ben sette trionfi. Questo significa che Hamilton ha un’ulteriore occasione per eguagliarlo, il che è molto fattibile considerando il missile che ha a disposizione. Questa pista è molto atipica, perchè è velocissima ma passa in mezzo ai muretti, dunque il margine di errore è praticamente inesistente. La Ferrari ha una buona speranza di dare battaglia alle Mercedes, puntando sulla potenza della power unit di Maranello. Il team di Brackley è però corso ai ripari, portando una nuova unità con una ventina di cavalli in più.

Questo significa che senza alcun dubbio, Hamilton e Bottas saranno della partita. Come ha detto Binotto, loro stessi continueranno ad essere i favoriti anche su una pista, sulla carta, favorevole alla Ferrari. Se anche qui Mercedes dovesse far un sol boccone della concorrenza, sarebbe un’ulteriore prova della netta superiorità anglo-tedesca. La rossa deve provarci, in attesa delle novità tecniche previste in Francia che includono la nuova ala anteriore.

Dirette Sky Sport F1 HD

Venerdì 7 giugno
16:00-17:30 – Prove Libere 1
20:00-21:30 – Prove Libere 2

Sabato 8 giugno
17:00-18:00 – Prove Libere 3
20:00-21:00 – Qualifiche

Domenica 9 giugno
20:10 – Gara

Differite TV8 e TV8 HD

Sabato 8 giugno
21:30 – Qualifiche

Domenica 9 giugno
21:30 – Gara

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: