Il monegasco della Ferrari è stato al simulatore la scorsa settimana e si sente ottimista per Montreal

L’inizio dell’avventura di Charles Leclerc con la Ferrari non è stato dei più semplici. La poco competitiva SF90 ha costretto il monegasco ed il compagno di squadra Sebastian Vettel a gare di rincorsa, anche se sin da subito è riuscito a mostrare la stoffa del campione. Si perchè dove ha avuto la macchina per vincere in Bahrain, Leclerc non si è fatto pregare. Prima pole alla seconda gara in rosso, con una gara successivamente dominata e rovinata soltanto da problemi di affidabilità. Alla fine è arrivato comunque il primo podio dietro alle Mercedes, un brodino visto l’andamento della corsa.

Da parte di Leclerc non sono comunque mancati gli errori, come quello grave nel Q2 a Baku ed il contatto con Hulkenberg alla Rascasse durante il GP di Monaco. Molte volte però, l’ex campione di F2 è stato messo troppo al servizio di Seb, essendo costretto a fargli da scudiero in diverse occasioni, fino ad arrivare al clamoroso errore di strategia arrivato proprio nelle stradine del Principato. Ora si guarda al Canada, dove i lunghi rettilinei potrebbero dare una buona occasione alla Ferrari di provare a spezzare il dominio Mercedes.

Ecco le parole di Leclerc in vista del settimo appuntamento del mondiale: ”Montreal potrebbe essere una buona occasione per noi, vogliamo portare a casa un buon risultato. Va preparata molto bene la macchina in ogni dettaglio, per poter ottimizzare le prestazioni. La settimana passata sono stato a Maranello per guidare al simulatore per adattare al meglio la monoposto alla mia guida su questo tipo di pista. Trovo il Canada molto interessante, ci sono diverse tipologie di curve ed un rettilineo molto lungo dove si può attaccare. Sono arrivato a punti un anno fa, ora voglio molto di più. La città di Montreal mi piace molto ed anche la gente. Qui parlano francese e questo mi fa sentire a casa. Spero veramente che potrà essere un fine settimana soddisfacente per noi”.