Per la prima volta in stagione, la Ferrari comanda una sessione ufficiale. Vettel ha condotto le libere 2 all’Hungaroring, contraddistinte da pioggia battente. Non girano Hamilton e Verstappen.

La pioggia si è impossessata del venerdì del Gran Premio di Ungheria, contraddistinguendo il pomeriggio della giornata odierna. Le libere 2 dell’Hungaroring hanno visto primeggiare per la prima volta in stagione la Ferrari, con Sebastian Vettel al comando delle operazioni in 1’40”464 con gomma Full Wet. Il tedesco è sembrato particolarmente a suo agio sulla SF1000 in condizioni di diluvio, mentre ha sofferto molto Charles Leclerc che è restato lontano dal compagno di squadra.

In seconda posizione la Mercedes di Valtteri Bottas, che ha completato un solo giro veloce fermandosi a 272 millesimi dal battistrada. Terzo Carlos Sainz con la McLaren, piuttosto lontano dal tandem di testa. Alle spalle del figlio d’arte spagnolo troviamo le Racing Point di Lance Stroll e Sergio Perez, i quali però hanno girato nelle prime fasi della sessione evitando di rischiare la vettura nel finale. Sesta l’AlphaTauri di Pierre Gasly, seguito dalla Red Bull targata Honda di Max Verstappen. L’olandese ha provato una prestazione soltanto nel finale, restando ai box per la quasi totalità del turno.

Non ha mai cercato un tempo sua maestà Lewis Hamilton, autore del miglior tempo in mattinata. Il campione del mondo ha provato a scendere in pista con le Intermedie, pneumatici non adatti alle condizioni di asfalto eccessivamente bagnato. Così come il britannico, in molti hanno deciso di non rischiare un giro veloce. Soltanto in dodici si sono infatti inseriti in classifica, con Leclerc decimo dietro alla Haas di Romain Grosjean ed all’Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen. Undicesimo Antonio Giovinazzi davanti a Lando Norris. Alle 12 di domani la terza sessione di libere.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: