Continuano incessanti le discussioni sul Budget Cap introdotto quest’anno dalla Formula 1. Ridurre il numero di Gran Premi da 23 a 22 non è, tuttavia, ancora sufficiente ad arginare le difficoltà che i team stanno denunciando per affrontare l’intera stagione per rientrare nei limiti di costi.

Si parla di una spesa di 141 milioni che riguarderebbe soprattutto il trasporto dei materiali, oltre alle spese maggiori sostenute dalle squadre per il caro energia.

A parlarne nuovamente è Christian Horner, boss della Red Bull, chiedendo una correzione del tetto di spesa

Red Bull, Ferrari, McLaren, Mercedes il fronte di chi chiede un adeguamento del limite. Mentre Alpine, Alfa, Williams, Haas sono contrari. a queste condizioni Horner, durante il Gran Premio di Spagna andando in scena sul circuito di Barcellona, ha prospettato un finale di stagione critico se non si dovesse trovare una soluzione al problema.

Sette squadre probabilmente dovranno saltare le ultime quattro gare per rientrare nel tetto quest’anno. Non si tratta solo dei grandi, sono squadre a metà schieramento che stanno facendo davvero fatica con i problemi legati all’inflazione”, le parole riportate dalla BBC. La FIA ha un dovere di diligenza, so che stanno prendendo la cosa seriamente. I costi dell’energia, della vita, stanno crescendo esponenzialmente e la Formula 1 non ne è esente. Il trasporto merci è quadruplicato ed è qualcosa che non possiamo controllare”, la posizione di Horner a supporto dell’allentamento del tetto di spesa.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: