Dopo il weekend di Baku, le “ferite” di Leclerc sono più emotive che fisiche a differenza di Lewis Hamilton e la sua schiena, ma Brundle crede la serie di problemi che stanno avvenendo sulla F1-75 stiano compromettendo il rapporto tra il monegasco e il team.

“Charles Leclerc deve essere fuori di sé”, ha detto Brundle a Sky Sports F1. “Avrebbe potuto avere quattro gloriose vittorie. Sta mettendo la macchina in pole position, guida magnificamente, e i guasti al motore sono troppi. L’affidabilità ora gli sta costando molto, la possibilità di diventare campione del mondo. La strategia gli è costata a Monaco la possibilità di una gloriosa vittoria nella sua città natale. Adora la Ferrari e la Ferrari lo ama. L’ultima volta che ho visto questo genere di rapporto è stato all’epoca di Michael Schumacher.

La Mercedes non riesce a controllare la sua auto

La Mercedes si lamenta dei problemi di “porpoising” e parla di cambiare la regola per sradicare il fenomeno del rimbalzo, ma Brundle crede che spetti al team stesso risolvere il problema.

“I team che hanno risolto il problema stanno chiaramente dicendo che è un problema della Mercedes e non della Formula 1”, ha detto. “E’ chiaro che per risolvere il problema basta sollevare la macchina, ma poi si perderebbe un’enorme quantità di prestazioni”, ha sottolineato Brundle. “Quindi c’è bisogno di abbassare la macchina, irrigidire le sospensioni e anche la parete laterale delle nuove gomme. Quello che sorprende, davvero, è che la Mercedes non riesca a capire quella che sembra, in realtà, un’auto piuttosto eccellente, se solo potessero sbloccarla”, si è chiesto il 63enne.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: