Secondo il direttore tecnico di Mercedes, il DAS aveva delle potenzialità ben più alte rispetto all’uso effettivo che ne è stato fatto

Il sistema DAS, introdotto da Mercedes nella stagione 2020, permetteva, tramite un movimento dello sterzo che il pilota poteva tirare o allontanare da sé, di modificare la convergenza delle gomme anteriori per portarle più velocemente in temperatura durante i giri di ricognizione, gli out lap in qualifica e in regime di Safety Car. Non è mai stato utilizzato a gara in corso, sotto bandiera verde.

Secondo James Allison, direttore tecnico Mercedes, il pubblico e i rivali hanno potuto apprezzare solo una parte delle effettive capacità di questo sistema. “Speravamo di riuscire a impiegarlo maggiormente nel passaggio dalle gomme vecchie a quelle nuove” ha dichiarato Allison a The Race. “E che i piloti sarebbero stati in grado di imboccare certe curve con l’aiuto del DAS perché cambia la risposta dello sterzo. Ma si è visto che non era facile spingere e tirare lo sterzo durante le svolte.”

DAS Mercedes

La particolare conformazione del campionato dovuta alla situazione Covid non ha permesso ai tecnici della scuderia tedesca di sviluppare ulteriormente questa tecnologia. “Probabilmente in un campionato integrale, non influenzato dal Covid, avremmo avuto più possibilità di sviluppare e testare. E forse saremmo riusciti ad affinare i controlli, invece di fermarci alla prima versione del sistema, che ha un meccanismo di blocco e sblocco piuttosto rudimentale. Tuttavia, [il DAS] è stato comunque molto utile per portare gli pneumatici in temperatura durante gli out lap e scaldare per bene le anteriori prima di un giro di qualifica e al rientro della Safety Car. Perciò abbiamo estratto parte del suo potenziale, ma non tutto.”

Il sistema era già stato proposto da Mercedes nel 2019, ma la FIA lo aveva reputato illegale in quanto attivato da una leva, così gli ingegneri della scuderia campione del mondo hanno riprogettato il sistema di modo che diventasse parte integrante dello sterzo e non della sospensione. Così sono riusciti ad ottenere il via libera da parte della federazione. Tuttavia, l’anno prossimo il DAS sarà bandito e in Mercedes hanno accettato di malanimo la decisione della FIA, con la consolazione che forse sul lungo termine il sistema avrebbe avvantaggiato altre scuderie che si sono dimostrate più abili nella gestione della temperatura degli pneumatici. “È un peccato che sia stato bandito per l’anno prossimo, ma lo capisco” ha dichiarato Allison. “A dire il vero abbiamo contribuito, a malincuore ma senza rabbia, al suo divieto perché ci siamo resi conto che obbligare tutti gli altri a sviluppare un sistema come questo, che porta dei benefici, si sarebbe ritorto contro di noi. E abbiamo avuto un vantaggio per una stagione, perciò gli investimenti e gli sforzi hanno comunque dato i loro frutti.”

Telegram

A proposito dell'autore

Laureato in Traduzione Specialistica, sono appassionato di Formula 1 e di tutto il mondo che le gravita intorno, soprattutto mi affascina l'aspetto umano di una competizione che porta l'uomo e la macchina agli estremi più assoluti delle loro possibilità.

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: