LEWIS HAMILTON, voto 10 e lode, si conferma duro, veloce, determinato, quasi infallibile, tanto piede e cervello, attacca subito Rosberg partito in pole, si mette davanti e a pochi giri dalla fine con gomme medium e senza DRS si difende alla grande, nulla da eccepire in una gara veramente unica. VINCENTE! Voto 10 per i festeggiamenti finali con Rosberg.

NICO ROSBERG, voto 9-, parte dalla pole e questo è un merito da riconoscere, si fa sorpassare dal compagno di squadra, alla fine ha l’occasione di arrivare primo, è su gomme più morbide e può azionare il DRS, non riesce nel suo intento, non sappiamo se ad un certo punto ha desistito per calcolo in ottica mondiale, fatto sta che ha preso una bella lezione da Lewis, ILLUSO! Voto 10 per l’abbraccio finale al compagno di squadra.

SERGIO PEREZ, voto 10, una bellissima gara, con una buonissima vettura, a lui va il merito non solo di essere arrivato 3° ma soprattutto di aver sopravanzato il suo compagno di team, Hulkenberg, molto più quotato nel circus, il tutto davanti alla sua ex squadra la Mc Laren su cui si prende una bella rivincita, RAGGIANTE!

DANIEL RICCIARDO, voto 9 ½, che dire di questo ragazzo figlio di un pizzaiolo, meriterebbe molto di più dei punti che ha in classifica, sempre protagonista nelle prime tre gare, sorpassa Vettel il quale quasi rinuncia ad un vero duello, conscio che se dovesse essere sorpassato in malo modo la sua immagine ne risentirebbe, l’Australiano difende i colori della Red Bull in mezzo al dominio dei motorizzati tedeschi e lo fa con velocità e precisione quasi puntigliosa, SPLENDIDO!

NIKO HULKENBERG, voto 7, uno dei piloti di maggior talento del circus, questa volta si fa battere dal compagno di squadra, bella gara e qualche duello, ma non brilla nonostante il bel 5° posto, forse non è la sua pista, vedremo in stagione, RIMANDATO!

SEBASTIAN VETTEL, voto 6 ½, cede il passo al compagno di squadra e raggiunge un buon piazzamento coadiuvato da un set di gomme nuovissime, ci mette del suo ma non riesce a battere Ricciardo, al contrario, dichiara ai microfoni che il compagno aveva una ‘macchina più veloce’, una caduta di stile per un 4 volte campione del mondo, forse anche lui aveva la ‘macchina più veloce’ negli anni passati, e forse la sua posizione all’interno del team comincia ad essere debole, ANGOSCIATO! 

FELIPE MASSA, voto 6 ½, arriva davanti al compagno di squadra, un rookie per niente facile da gestire per un navigato professionista come lui, forse si aspettava di più dalla gara, e francamente anche il pubblico, ci prova e riprova a trovare quel lampo che ha avuto in sole due stagioni in carriera, ma è sempre lì, va a punti ma senza brillare particolarmente, PENSIEROSO!

VALTTERI BOTTAS, voto 6 ½, questa volta non ne ha più del compagno, non si lamenta col muretto e fa comunque la sua bella gara arrivando poco dietro a Massa, è comunque veloce su una pista in cui la Williams avrebbe dovuto raccogliere molto di più, SCONTENTO!

FERNANDO ALONSO, voto 6, combatte con la vettura più lenta dei primi dieci e probabilmente anche delle McLaren uscite per dei guasti, non ha potenza e si vede, viene sorpassato anche senza DRS, una vera sconfitta e soprattutto prestazioni lontane, molto lontane dai primi, per giunta con una vettura mangia-gomme, INSODDISFATTO!

KIMI RAIKKONEN, voto 6, evidentemente ha dei problemi con Magnussen se anche questa volta rischia di essere tamponato dal giovane rookie, se la cava stavolta, cerca di stare in scia a chi lo precede e ci mette tutto quello che ha, ma troppi bloccaggi delle ruote in frenata, mai visto guidare a questo modo, paga anche lui l’aver guidato una vettura molto al di sotto degli standard dei primi, vale anche per lui il giudizio del suo compagno di squadra, MALINCONICO!   

NG

PASTOR MALDONADO, fa volare la vettura di ESTEBAN GUTIERREZ, e solo per una circostanza fortunata non accade nulla al pilota Messicano, si prende una ridicola penalizzazione visto il rischio causato, comunque lotta fino alla fine, cercando di dare un senso a tutto il denaro che il suo sponsor ha portato alla LOTUS.

ROMAIN GROSJEAN, finalmente la vettura comincia a girare, arriva al traguardo, quasi una gioia per un pilota protagonista di alcune gare dello scorso anno, potrebbe pagare l’inefficienza della Lotus per tutta la carriera.

MAX CHILTON, una menzione per lui, porta la vettura a fine gara, va piano ma ‘sano e lontano’ sempre al traguardo in questi 3 GP con risultati discreti vista la vettura che guida.

MCLAREN, era partita bene la squadra di Woking, ma sta lentamente perdendo qualcosa per ‘strada’, accusando problemi nel week end abbastanza seri, forse il fornitore, leggi Mercedes, non aggiorna il software per semplici motivi, l’anno prossimo le vetture argentate avranno le P.U. della Honda e non si vogliono favorire dei rivali, opzione non ammissibile per un Team blasonato come la McLaren.

FIA, meriterebbe un voto vista l’atteggiamento di ‘tolleranza zero’ espressa contro la Red Bull, sanzione a Maldonado assolutamente insufficiente, in questi casi è meglio non punire che essere così soft…

Marco Asfalto   

Twitter : @marcoasfalto

Seguici su Facebook Clicca su Mipiace

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: