La Formula E continua a stupire con l’ottavo vincitore in altrettante corse. La season 5 si conferma imprevedibile e questa volta è Robin Frijns a trionfare in una gara ad eliminazione a causa dei violenti acquazzoni che hanno messo fuori gioco diversi piloti.

Oliver Rowland su Nissan e.dams non ha saputo sfruttare il regalo della squalifica di Pascal Wehrlein e il vantaggio di una strana partenza lanciata, andando a sbattere dopo pochi metri. L’errore di Rowland ha lanciato il compagno Sébastien Buemi in prima posizione davanti a Robin Frijns e Felipe Massa.
Il pilota olandese della Virgin ha messo sotto pressione lo svizzero, speronando Buemi e conquistando così la prima posizione. Dalle retrovie Andre Lotterer sulla Ds Techeetah è stato autore di una rimonta sensazionale. Dopo numerosi sorpassi, tra cui una manovra su Massa, Lotterer è balzato in seconda posizione prima di un temporale improvviso che ha determinato la Full Course Yellow.

Le monoposto hanno fatto fatica a stare in pista con l’asfalto bagnato. Le condizioni atmosferiche hanno condizionato la corsa, in un tracciato già angusto. Numerosi contatti e tamponamenti tra i piloti hanno determinato svariate squalifiche. Robin Frijns è riuscito nella confusione a tenere la prima posizione su Lotterer e Daniel Abt.

Dopo l’uscita della Safety Car, negli ultimi due minuti della corsa Jerome D’Ambrosio è andato a muro, mettendo la parola fine alla corsa. Robin Frijns ha tagliato il traguardo, sotto regime di Full Course Yellow, davanti a Lotterer e Abt. Quarto Di Grassi, davanti a Gunther e Jean-Éric Vergne. Grazie alla vittoria nell’ePrix di Parigi, Frijns si porta al comando anche nella classifica piloti, 81 punti con una lunghezza di vantaggio su Andre Lotterer.