Lo stankanovista Sebastian Vettel( 168 giri oggi) si conferma anche nel pomeriggio con il miglior tempo registrato nella mattinata. Nessun miglioramento significativo in classifica, con il pomeriggio dedicato maggiormente a long run di media durata e con carburante a bordo.

In una mite e soleggiata Barcellona ( circa 20°C la temperatura dell’aria e 30° quella dell’asfalto) ecco spuntare in prima posizione la Ferrari numero #5 di Sebastian Vettel. Una Ferrari che ha convinto molto di più rispetto alla settimana scorsa e che oltre ad aver siglato il miglior tempo di giornata (non il migliore in assoluto ottenuto da Hamilton venerdì scorso), ha effettuato tanti run di media lunghezza mostrando un passo pregevole sia con le mescole Soft che quelle Medie. Un dato fondamentale è la condizione delle gomme del pilota tedesco dopo questi run: quasi perfette le gomme posteriori, mentre le anteriori, soprattutto l’anteriore sinistra, presentavano blistering.

Parrebbe quindi che la Ferrari non consumi eccessivamente le gomme. Nel pomeriggio la scuderia di Maranello si è dedicata a long run medio- lunghi con carburante a bordo. Ovviamente è ancora presto per dare delle conclusioni precise ma con temperature di asfalto più idonee rispetto alla scorsa settimana, la scuderia italiana si sta ben comportata. 

Non si può dire lo stesso della Mercedes numero #77 di Valtteri Bottas,  piazzatasi in seconda posizione a due decimi esatti da Vettel, che dopo i suoi run con mescola Soft, presentava preoccupante blistering sulle gomme posteriori, indice di un consumo anomalo della mescola. Il pilota finlandese ha poi lasciato posto a Lewis Hamilton, che nel pomeriggio si è dedicato a run con mescola soft e carburante a bordo. A fine sessione, con il tempo di 1.20.808, il pilota inglese si è inserito quarto nella graduatoria. Il duo Mercedes ha messo insieme, nella giornata odierna,  177 tornate divenendo in team stankanovista di giornata.

In terza posizione troviamo la Red Bull numero #33 di Max Verstappen, che ha ottenuto il suo tempo con le gomme medie nella mattinata. Pomeriggio dedicato a run di media durata anche per lui fermato poi da una noia tecnica a poco meno di 1 ora e mezza dalla conclusione della sessione odierna. L”olandese è poi tornato in piste negli ultimi minuti della sessione.

Quinto tempo per la Toro Rosso di Pierre Gasly, che dopo i 55 giri della mattinata, è rimasto a lungo ai box nel pomeriggio. Sesta la Haas di Kevin Magnussen che nel pomeriggio ha accusato un problema all’ERS, settima e ottava la Renault con Hulkenberg e Sainz, nona la Williams di Sirotkin, con Perez, Ericsson, Vandoorne, Sainz e Stroll a completare la classifica.

Da registrare i tanti problemi di affidabilità in casa Mclaren, che hanno fermato sia stamattina che nel pomeriggio Vandoorne. Se i problemi in mattinata erano dovuti a una perdita di potenza, oggi pomeriggio gli uomini di Woking hanno avuto a che fare con una perdita idraulica. Un martirio quello in casa Mclaren che non sembra aver fine da tre anni a questa parte.

Questa è la classifica finale della 5° giornata di test.

Pos Pilota Team Tempo Gap Gomma Giri
1. Sebastian Vettel Ferrari 1.20.396 Media 171
2. Valtteri Bottas Mercedes 1.20.596 +0,200 Soft 86
3. Max Verstappen Red Bull 1.20.649 +0,253 Media 130
4. Lewis Hamilton Mercedes 1.20.808 +0,412 Media 91
5. Pierre Gasly Toro Rosso 1.20.973 +0,577 Soft 54
6. Kevin Magnussen Haas 1.21.298 +0,902 Soft 96
7. Nico Hulkenberg Renault 1.21.432 +1,036 Media 48
8. Carlos Sainz Renault 1.21.455 +1,059 Soft 91
9. Sergey Sirotkin Williams 1.21.588 +1,192 Soft 42
10. Sergio Perez Force India 1.21.643 +1,247 Soft 93
11. Marcus Ericsson Sauber 1.21.706 +1,310 Soft 120
12. Stoffel Vandoorne Mclaren 1.21.946 +1,935 Supersoft 38
13. Lance Stroll Williams 1.22.937 +4,818 HyperSoft 86

I test ricominceranno domattina con il secondo dei quattro giorni di test previsti questa settimana prima di volare in direzione Melbourne. Domani la pista sarà aperta dalle 9 alle 18 senza la pausa pranzo delle 13.