F1 NEWS SINGAPORE GARA FERRARI


Una gara agrodolce per la Ferrari, da un lato le buone prestazioni della Rossa nelle Libere e anche in qualifica anche se non è arrivata la seconda fila, con entrambi i piloti molto vicini alle Mercedes e alle Red bull.

In gara la Ferrari stava confermando le prestazioni di tutto il weekend, un Alonso che addirittura supera entrambe le Red bull in partenza, ma va lungo e cede la posizione guadagnata.

Il Gran premio continua poi con Fernando che tiene il passo delle Red bull e che prima della Safety Car arriva addirittura fino alla seconda piazza, anche Kimi stava disputando una gara interessante…

Poi arriva la safety car e con essa l’ennesima scelta controtendenza,
ecco le consuete interviste in casa Ferrari :

Marco Mattiacci: “Oggi la gara avrebbe potuto regalarci un risultato migliore, perché grazie alla pronta reazione della squadra dopo il deludente esito del Gran Premio di Monza siamo stati competitivi per tutto il weekend. Il ritmo era buono e con la strategia Fernando era riuscito a guadagnare un secondo posto, sfumato poi nel corso della gara. Kimi è stato ostacolato dal traffico e dal degrado degli pneumatici, e pur avendo fatto una buona partenza non è riuscito a guadagnare le posizioni che aveva recuperato. La variabile Safety Car ha modificato le proiezioni della strategia, condizionando l’esito della corsa. Tuttavia siamo fermamente convinti che la strategia per vincere è solo poter contare su una vettura competitiva. Ora andiamo via da Singapore con dei progressi all’attivo: in questo senso Suzuka sarà un banco di prova molto interessante perché ci offre la possibilità di approfondire il lavoro di sviluppo nelle aree in cui vogliamo migliorare”.

Fernando Alonso: “Con il senno di poi è facile chiedersi come sarebbe andata se non avessi commesso l’errore in partenza e se la Safety Car non fosse entrata in quel preciso momento, ma nel complesso mi sento soddisfatto di questo weekend, perché siamo stati competitivi e abbiamo potuto lottare con le vetture di testa. L’ingresso della Safety Car a volte può aiutare, ma credo che in questo senso oggi abbiamo avuto un po’ di sfortuna, perché in quel momento stavamo cercando di assicurarci la seconda posizione e la strategia era buona. Per noi non c’erano molte alternative, perché se fossimo rimasti fuori con ogni probabilità la sosta per le Soft ci sarebbe costata più posizioni. Anche se sul finale non sono riuscito a superare, il fatto di essere stati competitivi fino alla fine conferma che è stato fatto un passo avanti. Adesso a Suzuka – un circuito vero – avremo un quadro più chiaro di dove siamo”.

Kimi Raikkonen: “Oggi in gara è stato davvero frustrante, perché nonostante fossimo veloci non siamo riusciti a finire dove avremmo voluto. La mia partenza è stata buona, ho recuperato un paio di posizioni e tutto funzionava alla perfezione. Dopo la prima sosta ho perso una posizione su Felipe e da quel momento in poi sono rimasto bloccato dietro ad una delle due Williams per tutta la gara. Tutte le volte che riuscivo ad avvicinarmi purtroppo perdevo carico aerodinamico sul posteriore, in più il degrado degli pneumatici era elevatissimo. E’ un vero peccato perché non mi sono mai trovato nelle condizioni di poter fare la mia gara, anche se sapevamo già che la velocità sul rettilineo è il punto di forza dei nostri avversari. Non sono felice per questo ottavo posto, ma il lato positivo del fine settimana è che abbiamo visto dei miglioramenti. Sono certo che se d’ora in avanti non avremo problemi le cose andranno meglio”.

Pat Fry: “Qui a Singapore la prestazione offerta delle due F14 T ci ha sorpreso positivamente, mai in questa stagione ci eravamo avvicinati tanto al vertice. Le caratteristiche tecniche della pista, il lavoro di sviluppo, il talento dei nostri piloti e l’adattamento della nostra vettura alla mescola più morbida sono alcuni degli elementi che spiegano il buono stato di forma dimostrato nel weekend. Seppure molto incoraggianti, questi segnali non sono sufficienti per quelli che sono gli obiettivi della squadra, ed è stato un vero peccato vedere sfumare il secondo posto di Fernando a causa della Safety Car. Con Kimi purtroppo non siamo riusciti a tirare fuori il meglio dalla vettura: aveva il potenziale per ottenere un risultato migliore se non fosse stato per l’undercut di Massa e poi malgrado avesse pneumatici più freschi non aveva la velocità di punta per superare Bottas sul rettilineo. Insieme a Monaco questa è una pista dove è difficile superare e l’ingresso della Safety Car può cambiare le carte in tavola. Ora a Suzuka avremo un’altra opportunità e ancora una volta cercheremo di lottare con le Red Bull e soprattutto con le Williams per il Campionato Costruttori”.

Gara

Pos. Tempo Gap Giri GV G
ALONSO 2:00:20.184 + 15.389 61 1.52.115 27
Pit-stop 1° stop giro 12 Supersoft usate
2° stop giro 24 Supersoft usate
3° stop giro 31 Soft nuove
RAIKKONEN 2:01:05.436 + 60.641 617..111 1.52.872 28
Pit-stop 1° stop giro 11 Supersoft usate
2° stop giro 25 Supersoft usate
3° stop giro 31 Soft nuove

Meteo: aria 30/31  °C, asfalto 37/38   °C. Sereno

 

3 Risposte

  1. maxleon

    Chiedo scusa in anticipo se il post risulterà un po lungo, ma per rendere l’idea di ciò che sto per dire credo sia fondamentale.
    Ho commentato un altro articolo in questo modo:

    “””””””
    Dopo aver esaminato le prove libere del venerdì, devo dire che mi sembra che la Ferrari abbia notevolmente ridotto il problema del carico aerodinamico al posteriore, che sia merito delle gomme, questo non lo so, per cui ciò che ho scritto altrove è giusto che lo riporti anche qui:

    “di sicuro la Mercedes in qualifica ha il bottoncino magico, per cui mi aspetto un radicale miglioramento, ma nemmeno Vettel ed Alonso hanno scherzato, giusto per onor di cronaca faccio presente che sia il tedesco che lo spagnolo, sono gli unici che hanno ottenuto il miglior tempo al secondo passaggio veloce cronometrato, tra l’altro Alonso, nel primo tentativo ha ottenuto 1:48.062 ed ha perso 1 secondo solo nell’ultimo settore, sembra a causa di un lungo, poi nel suo secondo tentativo, proprio nel terzo settore ha ottenuto il suo miglior tempo, senza migliorare però nel primo e nel secondo.”

    “Giusto per precisione:

    Nel primo settore Alonso ha ottenuto il suo miglior crono all’11° passaggio con 28.832, dietro le due Mercedes di pochi millesimi, nel secondo settore (il più guidato) detiene il record con 41.008 sempre all’11° giro e dietro di lui c’è Vettel di 3 decimi più lento, nell’ultimo settore, invece ha il terzo crono con 37.564, ma al 13° passaggio.”

    Considerato che i tratti più guidati in questo circuito sono il secondo ed il terzo, mi sembra che la Ferrari abbia fatto un salto enorme, perchè la Red Bull con la velocità più bassa in assoluto è comunque di 3 decimi dietro la Ferrari di Alonso ed il terzo settore sicuramente non è giudicabile dal risultato in quanto le gomme avevano già un giro alle spalle e le coperture su questo circuito si deteriorano molto in fretta se sollecitate oltre misura.

    Io non credo che nelle prove libere le macchine girino con carichi di carburante molto dissimili fra loro, piuttosto, come ho già detto sono del parere che potranno migliorare le performance spremendo di più l’unità termica, (cosa non fattibile in Ferrari per le ridotte dimensioni della turbina) prendendosi un qualche piccolo rischio sull’affidabilità, ma in fin dei conti per un giro si può rischiare.

    Per quanto riguarda la Red Bull di Vettel, nonostante avesse un motore “fresco” (tutti gli altri sicuramente avevano motori a fine chilometraggio per le prove) e nonostante la pista fosse più gommata non è che abbia brillato, ma dalla sua c’è il fatto che non aveva provato per niente.

    Per il tipo di pista, il bottoncino magico, non darà vantaggi enormi, comunque mi aspetto la Mercedes lì davanti, la Red Bull sarà una incognita, perchè anche se loro in qualifica possono spingere di più, hanno l’handicap dei motori piuttosto fragili e spingere potrebbe significare compromettere il prosieguo del campionato.
    “””””

    Bhe, credo di aver imbroccato quasi tutto, e devo elogiare il comportamento dei piloti Red Bull, assolutamente in sincronia per non consentire alla più performante Ferrari di Fernando Alonso di sopravanzarli, si, l’ho detto, per me la Ferrari, stavolta era più performante della Red Bull, solo che come dei boccaloni hanno abboccato all’amo teso dai bibitari facendo esattamente il loro gioco e si, perchè fra tutte le strategie possibili, almeno a mio avviso, quella di rimanere in pista con le gomme che alla Ferrrari non erano per niente congeniali era assolutamente da suicidi, qualsiasi altra scelta sarebbe stata migliore, perfino quella di rientrare a 12-15 giri dalla fine per montare l’ultimo set di gomme red a disposizione.

    Parlavo di sincronismo Red Bull, ed è evidente, perchè Vettel ha palesemente rallentato il ritmo per consentire a Ricciardo con qualche problema di rimanere in scia e compensare con il DRS, ben consci che la Ferrari anche se lievemente più perfomante, non aveva la forza di sorpassare, cogliendo sia il risultato, sia un risparmio calcolato dei propulsori.

    Ritornando alla Ferrari, a mio avviso qualsiasi strategia avessero scelto sarebbero rimasti davanti alla Red Bull, ma evidentemente in Ferrari non hanno ancora capito che con l’enorme carico aerodinamico che hanno le lattine, anche con le gomme più dure hanno un minor degrado ed era scontato che avrebbero continuato fino alla fine, tanto per loro non sarebbe comunque cambiato nulla, ma mi chiedo, visto che negli ultimi 10 giri la Red Bull girva costantemente sull’1:55 alto, per quale masochistica ragione non sono rientrati?? In ogni caso con le soft fresche avrebbero potuto girare tranquillamente sull’1:51 /1:52 (il giro veloce lo ha realizzato al 27° giro con gomme soft, quindi un tempo di 1:51/1:52 era alla sua portata) In ogni caso cosa aveva da perdere?? Se effettivamente la Red Bull doveva fermarsi si sarebbe trovato automaticamente davanti, mentre se non lo avessero fatto si sarebbe ritrovato esattamente dov’era.

    Bhe, sono amareggiato dal risultato in pista, ma rinfrancato da una Ferrari rediviva.

    • newsf173

      Concordo su ogni punto, c’è stato un miglioramento gia’ in ungheria qui la Ferrari ha confermato quel miglioramento, in realta’ quando la Ferrari monta le super soft cambia radicalmente, sembra una monoposto simile a quella del 2013… legata ancora a mescole ultra morbide che sia l’architettura pull rod anteriore ? Piola ha detto che la Ferrari ha lavorato molto nella messa a punto delle sospensioni, in effetti la Ferrari non ha portato nessuna novita’ aerodinamica anche il nuovo fondo che noi di newsf1 abbiamo scoperto per primi a Monza, non è stato usato . Quindi le migliorie sono da imputare a gomme, tracciato e forse qualcosa sulla PU.
      Comunque la Ferrari cade sempre nel tranello della redbull, è sempre la stessa storia con Domenicali e non…
      Poi ritornando alla tecnica a Singapore ho visto affinamenti Mercedes, con un mokey seat aggiornato , un nuovo musetto con pellicano addirittura alla 3° versione… per la redbull portato solo per singapore, e la Ferrari ? niente…
      Conferma quello che penso non credo sia un problema di sola galleria del vento, manca ancora qualcosa nel ” Banco Simulazioni ” che gli altri hanno. E’ incredibile come la Mercedes possa portare aggiornamenti che funzionano subito mentre la Ferrari deve provarli la gara precedente, come l’alettone anteriore provato a SPA e poi usato a Monza.
      Mi chiedo se ben sviluppata dove potrebbe essere oggi la F14T,
      lasciando perdere la PU nata male, c’erano ancora margini di miglioramento tali da poter lottare ad armi pari con le Redbull,
      del resto abbiamo perso mondiali proprio nello sviluppo che non è mai stato sufficiente durante l’arco del campionato.

  2. maxleon

    Stanno cominciando a trapelare le prime informazioni sugli sviluppi dello 059/3 e sembra che saranno utilizzati compressore e turbina maggiorati, e ridisegnata completamente la testata, quindi le chiacchiere sul fatto che la Ferrari utilizzasse questi componenti sottodimensionati sembra che corrispondano alla realta’, del resto dobbiamo essere obiettivi ed effettivamente la Ferrari in tutto il fine settimana si è comportatata molto bene, perfino in qualifica è andata bene fino alla Q2, quindi mi sembra evidente che il problema è effettivamente fisico, in pratica sia Mercedes che Red Bull riescono a spremere maggiormente il turbo, mentre in Ferrari non possono, per le prestazioni in assetto gara, invece sembra che siano quasi a posto con le gomme red ed è per questo che mi sale la bile, se sei secondo ed il tuo avversario monta le soft, fai altrettanto e rendigli la vita difficile, perché a Singapore se non hai almeno due secondi nel taschino, non sorpassi, invece no, devono montare l’ultimo set di red per quale motivo???

    D’accordo, è stato fatto un errore, ma a quel punto per quale motivo negli ultimi 12-13 giri non sono rientrati ed hanno montato un set di gomme soft nuovo???? Avevano paura di non riuscire a superare Massa??? Io non credo, con le soft nuove potevano fare un 1:51/52 forse meno, visti i tempi delle libere, ben 3 secondi in meno dei bibitari il giusto per potergli stare dietro e mettergli un po di pepe sulla coda, il rischio??? Solo quello di fare un sorpasso su Massa.

    Personalmente credo che la coibentazione degli scarichi abbia permesso alla Ferrari di spremere un pò in più il turbo e guadagnare qualcosina in termini di prestazione pura ma solo in gara, in qualifica, competere è pressochhè impossibile, perchè sia Renault che Mercedes possono spremere di più, tuttavia il guadagno prestazionale effettivamente c’è stato e non credo che sia accreditabile solo agli scarichi coibentati, effettivamente qualcosina ci sarà stata, che effettivamente la F14T sia dura da settare????

    Il fatto che si ottengano risultati senza cambiare apparentemente niente, potrebbe anche essere visto in chiave positiva, perchè potrebbe voler dire che il male della Ferrari non è nella progettazione, ma proprio nella simulazione e visti i miglioramenti forse almeno questo settore è in ascesa e che il progetto non è cannato, solo NON SVILUPPATO correttamente e sufficientemente.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: