Il figlio d’arte ha completato 56 giri a bordo della SF90, in quello che è il suo primo debutto con una monoposto di Formula 1: momento che ha emozionato tutto il paddock di Sakhir.

La giornata odierna sarà sicuramente da ricordare, sopratutto per Mick Schumacher. Il figlio del 7 volte campione del mondo ha quest’oggi fatto il suo debutto con una monoposto di Formula 1 nei test in-season in Bahrain. Non un debutto qualsiasi, visto che ha portato in pista la Ferrari SF90: un momento speciale per tutti i presenti al paddock di Sakhir.

Un momento emozionate per molti appassionati, che dopo tanti anni rivedono la scritta “Schumacher” su una Rossa di Formula 1,sulla tuta della Ferrari. Un emozione sopratutto per la mamma di Mick, Corinna, presente nel paddock di Sakhir. Un emozione anche per tutti gli uomini della Ferrari, nel ricordo di Michael e nella curiosità di vedere le capacità del figlio ventenne.

Mick, facente parte da quest’anno della Ferrari Driver Academy e che ha appena debuttato in F2 con il team Prema proprio lo scorso weekend in Bahrain, dopo aver completato un installation lap ed eseguito i controlli di prassi, ha completato dei run piuttosto costanti nei tempi nonostante la presenza copiosa di sabbia in pista, dovuta alla tempesta di sabbia avvenuta ieri.

La giornata è stata parzialmente interrotta dalle condizioni meteo, dove per qualche ora tra mattino e pomeriggio, è scesa un inusuale pioggia a bagnare il circuito arabo. Condizione davvero rara in uno dei posti dove le possibilità di pioggia non sono così usuali.

Prima che la pioggia arrivasse a bagnare il circuito, Schumacher Jr. aveva completato 33 giri con il migliore realizzato in 1.32.552. L’attività in pista è ripresa sono per un ora, dopo le 17 a causa proprio della pioggia caduta nelle ore precedenti.

Nell’ultima ora a disposizione, Mick ha completato altri 23 giri focalizzandosi sulla comprensione della SF90 sulla pista araba completando un programma specifico che comprendeva assetto e comportamento degli pneumatici. Il tedesco ha migliorato il precedente personal best lap del mattino, miglirandolo nel secondo tempo di giornata in 1.29. 976 con pneumatici Pirelli C5.

L'immagine può contenere: una o più persone, auto e spazio all'aperto

A fine giornata il pilota della Ferrari Driver Academy a coperto 56 giri( circa 303 km), una tornata in meno rispetto alla distanza di gara ufficiale.

Durante la conferenza stampa, un emozionato Mick ha commentato questa giornata speciale per lui: un’emozione palpabile dalle non facili parole trovate dallo stesso giovane tedesco nel descrivere la giornata con la Rossa fra le mani.

“Mi sono divertito un mondo oggi! In garage mi sono sentito come a casa fin dal primo momento visto che ero circondato da molte persone che mi conoscono fin da quando ero molto giovane. La SF90 è incredibile per quanto è potente, ma è anche abbastanza semplice da guidare: per questo mi sono divertito così tanto”– ha esordito Mick impressionato dalla SF90 – “L’aspetto che mi ha impressionato maggiormente sono i freni, potentissimi. Mi pareva di poter frenare via via più tardi, tanto avevo la certezza che la vettura avrebbe comunque fatto la curva.

L'immagine può contenere: una o più persone e persone in piedi

Mick ha poi parlato delle prime sensazioni alla guida di una Formula 1: il tedesco è rimasto molto sorpreso della velocità in curva di queste monoposto

“È stato stupefacente, la sensazione che ho provato la prima volta che ho accelerato è stata…pazzesca. Non immaginavo così tanta potenza, ma devo anche dire che mi sono sentito a mio agio, perché c’è così tanto potenziale nella macchina. È difficile da descrivere la velocità che si può portare in curva, così come la trazione, e sono sicuro che c’è ancora molto altro che posso scoprire. E poi la frenata: ti sembra di aver staccato al limite e scopri che puoi andare oltre, ogni giro ti sposti più avanti e vedi che ce n’è ancora… è davvero pazzesco!”.

Quindi cosa ha lasciato questa giornata al giovane Mick?

“Ho sempre sognato la Formula 1 per il piacere di guidare queste monoposto, e mi sono goduto questi test al 110 per cento, davvero. E credo possiate vedere quanto sto sorridendo, non posso proprio nascondere quanto mi sia piaciuto, specialmente quegli ultimi giri a massima potenza… è stato semplicemente fantastico, una sensazione completa, davvero. È stato semplicemente fantastico”.

Il neo pilota di Formula 2 ha ringraziato la Ferrari per avergli dato l’opportunità di provare la monoposto di Sebastian Vettel e Charles Leclerc, concentrandosi subito sulla giornata di domani,che lo vedrà al volante della Alfa Romeo Racing.

“Ringrazio Ferrari per la straordinaria opportunità che mi ha dato e non vedo l’ora di salire sull’Alfa Romeo domani.”

Nella seconda giornata di test in-season di domani, Mick Schumacher sarà alla guida dell’Alfa Romeo lasciando il posto a Sebastian Vettel,che guiderà la SF90 nella seconda è ultima giornata di test in Bahrain.

Giuly Bellani