Giornata da dimenticare in casa Ferrari con Sebastian Vettel addirittura fuori nelle Q2, mentre meglio è riuscito a fare Charles Leclerc settimo ma lontano dal tempo del 2019 che gli consentì di conquistare la pole.

La Ferrari partita per l’Austria con l’obiettivo di difendersi, in attesa della SF1000 B, invece non solo ha accusato un distacco di un secondo dalla Mercedes, ma è finita alle spalle anche di Norris, Albon e Perez.

Vettel, che già ieri aveva capito quanto le qualifiche sarebbero state difficili, al parco chiuso ha commentato la sua uscita nel Q2. “Ovviamente è una sorpresa. Pensavamo di avere qualcosa di più in tasca. Probabilmente gli altri sono andati in modo più conservativo rispetto a noi”.

Il tedesco, spiega che non ha trovato feeling con la SF1000. “Non sono stato molto contento della macchina. Avevamo più sovrasterzo in ingresso curva rispetto a quanto piace a me, ma domani è un altro giorno, una partita differente. Potremmo avere anche condizioni di pista diverse, vedremo”.

Vettel non demorde e crede che Domenica la Ferrari potrà essere più competitiva. “La gara sarà lunga e credo che in configurazione gara la macchina sia un po’ meglio. Cercheremo di essere lì per giocarci le nostre carte“.

Invita la Ferrari a non demoralizzarsi anche Leclerc, che domani scatterà in quarta fila insieme al prossimo compagno di squadra Carlos Sainz. “Il valore purtroppo è questo per adesso, bisogna lavorare, costruire per il futuro una macchina migliore e non demoralizzarci.

Oggi non è stato il risultato che speravamo. Non siamo minimamente dove vorremmo essere. Dobbiamo lavorare in gruppo, provare a trovare ogni piccolo dettaglio che può fare la differenza, perché per ora siamo tutti molto vicini. Domani c’è la gara, domani si fanno i punti. Non ci saranno miracoli ma proveremo a fare il miglior risultato possibile e a migliorare per le prossime gare”.

Leclerc, pensa che la Ferrari in gara può rimontare, ma difficilmente riuscirà a giocarsi la vittoria con le Mercedes. “La chance per tornare più in alto c’è. Per lottare con Mercedes non ancora sicuramente. Daremo tutto come piloti e squadra per risalire un po’ in classifica”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: