Le novità della Alpha Tauri AT01

Anno nuovo, nome nuovo, livrea nuova. Tutto sembra essersi innovato, ma sarà lo stesso anche per ciò che riguarda le soluzioni tecniche? La nuova monoposto F1 di Faenza si chiama Alpha Tauri AT01 e la risposta è affermativa: Sì, ci sono delle novità, speriamo solo che effettivamente portino a dei miglioramenti. Anche con questa monoposto, le vere novità riguardano la zona delle pance. Le prese d’aria sono delimitate dal basso dal cono anti-intrusione carenato. Si tratta di una soluzione adottata da tanti team in Formula 1 e a quanto pare, anche l’ex Toro Rosso, si è rimessa in carreggiata.

Alpha Tauri

I radiatori, o meglio le bocche dei radiatori, sono posizionate più in alto, per consentire una maggior esposizione del fondo vettura. In questo modo si genererà maggior carico aerodinamico. Come già successo con la Red Bull, anche in questo caso, vedere un ridimensionamento delle fiancate mostra come gli ingegneri della Honda abbiano lavorato intensamente per migliorare l’affidabilità della propria Power Unit. 

Sugli specchietti retrovisori, invece, non si può non notare la carenatura sul lato superiore. Il flusso che giunge, infatti, dovrebbe rendere la monoposto più aerodinamica, diminuendo la resistenza all’avanzamento. Per quanto riguarda i bargeboards, invece, non ci sono grosse novità. Sembra essere una soluzione piuttosto “semplificata” rispetto a quella proposta da altre scuderie. Sarà poi da vedere se effettivamente in occasione del mondiale saranno introdotte altre soluzioni.

Alpha Tauri

Nei render, l’airscope (figura sopra) presenta due soli ingressi, separati da una feritoia orizzontale. Da regolamento, però, dovrebbero essercene di più. Sul posteriore, invece, la Alpha Tauri riprende la soluzione introdotta da Red Bull lo scorso anno: il sostegno dell’ala posteriore affidato ad un solo pilone. La soluzione fu abbandonata dalla scuderia austriaca in quanto le vibrazioni del motore risultavano essere particolarmente pericolose. Tuttavia sulla monoposto dell’Alpha Tauri sembrano voler proseguire con quella filosofia.

Alpha Tauri

Una cosa che cattura particolare interesse riguarda il sistema di scarico. Il turbo è posizionato molto più in basso, al di sotto del braccio superiore della sospensione posteriore. Si tratta di una soluzione completamente opposta rispetto a quella Red Bull, che invece ha tutto lo scarico al di sopra del suddetto triangolo. La soluzione di Alpha Tauri, però, consente di soffiare direttamente sul diffusore, migliorando il carico aerodinamico. All’anteriore, invece, non ci sono novità rilevanti rispetto al 2019: soluzione outwash in stile Ferrari, sospensione anteriore Pushrod On Upright (che abbassa la vettura in curva).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: