Nel pomeriggio ungherese Vettel sigla il miglior tempo di giornata mentre Raikkonen si piazza in quarta posizione. Vettel convince nel giro secco mentre entrambi hanno concluso ottimi long run.

Quello ungherese, per gli uomini in rosso, è un weekend molto particolare vista la recente scomparsa dell’ex presidente Sergio Marchionne, al quale la squadra (insieme a Sauber e Haas, team clienti Ferrari) ha reso omaggio ponendo una striscia nera su entrambi i musetti delle SF71-H. La scomparsa di Marchionne é stato il motivo per il quale entrambi i piloti Ferrari ieri (e Arrivabene oggi) hanno disertato le interviste con la stampa in segno di lutto.

Oggi invece la squadra è tornata a concentrarsi sull’azione in pista, svolgendo al momento un grande lavoro, visto che Sebastian Vettel, al termine delle libere pomeridiane si è issato in cima alla lista dei tempi (1.16.834) con il solo Max Verstappen ad un soffio dal ferrarista per meno di un decimo. Raikkonen invece è quarto. Tutti i big, ad eccezione delle due Mercedes che non sono riuscite a migliorarsi, hanno ottento i tempi con gomme Ultrasoft.

Sessione di libere pomeridiana minacciata dall’arrivo della pioggia però mai arrivata. Ferrari che ha convinto, in particolare con Vettel, sul giro secco mostrando una SF71-H già a buon punto sul piano della stabilità e che pare sfruttare al meglio la gomma Ultrasoft senza particolari problemi di surriscaldamento agli pneumatici posteriori (come evidenziato da Mercedes).

Red Bull e Ferrari sono parse le due prime forze in campo per quanto riguarda il giro secco. Lo stesso si può dire per la simulazione di passo gara dove Vettel è risultato il pilota più costante sul passo rispetto agli altri ( oltre 25 giri sulla gomma Ultrasoft con un passo sul 1.22 medio) sia con gomma viola che con la Soft (media passo: 1.21 basso).

Il compagno di team Raikkonen è risultato invece più incostante realizzando però buoni giri con la gomma Medium (l’unico dei Big a provarla).

Chi si è piu avvicinato al passo della Ferrari, sia in costanza che in prestazione è la Red Bull, sopratutto sulla Ultrasoft mentre la Mercedes di Hamilton, nonostante qualche difficoltà di gestione, è riuscito a fare qualche acuto, realizzando un 1.20.4 con Soft…

Lotta aperta quindi per la conquista della pole di domani tra Ferrari e Red Bull ma attenzione alla Mercedes.

 

Vettel: “Bene sul giro singolo”

Il tedesco della Ferrari, leader di giornata, ha messo in mostra il potenziale della sua Ferrari e ha tutte le carte in regola per poter lottare e prendersi la pole position di domani, che dopo l’evento drammatico accaduto qualche giorno fa, sarebbe la migliore dedica da fare.

“Credo che la cosa migliore sia salire in macchina e lavorare. Ovviamente non è semplice, ma tutti sappiamo cosa dobbiamo fare. Credo che oggi il lavoro sia andato bene, perché abbiamo cercato di concentrarci su questo senza pensare ad altro” 

Secondo Vettel la qualifica e la partenza di domenica saranno i punti chiave su cui concentrarsi, a maggior ragione su un circuito come quello dell’Hungaroring. Inoltre è rimasto soddisfatto del lavoro svolto nel pomeriggio, ben sapendo di avere tra le mani una vettura che si è ben comportata già dalle prime tornate.

“Probabilmente le qualifiche e la partenza saranno fondamentali, perché superare è molto difficile qui. Ovviamente stare in testa dopo le prime curve sarà cruciale, però ci sono tante cose da fare e tanto lavoro davanti a noi”.

“Sono stato piuttosto contento del turno pomeridiano, più contento rispetto a quello della mattina. La nostra macchina va bene sul giro secco, ma possiamo sicuramente migliorare, anche se è stato uno dei nostri migliori venerdì”

Vista la non partecipazione alla conferenza stampa di ieri, è stato chiesto a Sebastian dell’errore “da incubo” commesso la scorsa domenica a Hockenheim che gli ha fatto buttar via 25 punti. Il 31enne tedesco vuole solo voltare pagina…

“Certo, che altro posso fare? Probabilmente è positivo avere una gara subito dopo per voltare pagina e concentrarci sul nostro lavoro. Spero di fare bene in questa gara per poi poter dimenticare quell’errore”.

 

Raikkonen: “Libere discrete, possiamo fare meglio

Il finlandese, ovviamente scosso per quanto accaduto solo un paio di giorni fa con la scomparsa di Sergio Marchionne, cerca di concentrarsi sul weekend ungherese iniziato oggi con le libere. Nel pomeriggio ha ottenuto il quarto tempo, dietro al compagno di squadra Vettel e alle due Red Bull di Verstappen e Ricciardo.

“Ovviamente non è il periodo migliore per noi, ma la situazione è questa e noi dobbiamo cercare di fare come sempre il nostro meglio per ottenere il miglior risultato possibile”

Il finnico non è solito “sbottonarsi” più di tanto circa le performance del venerdì ma è comunque apparso soddisfatto del rendimento della sua SF71H, anche se ci sono ulteriori margini di miglioramento per il resto del weekend.

“Oggi è stato un venerdì normale, i tempi sul giro non contano, ma abbiamo imparato alcune cose sul comportamento della macchina. E’ la storia di ogni venerdì: abbiamo fatto un po’ di lavoro e ne abbiamo ancora dell’altro da fare, ma non è andata male” ha detto Kimi

Giuly Bellani

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: