A Miami, su un circuito tutto nuovo e da scoprire, con un livelo di hype che raggiunge livelli raggiunti raramente in precedenza la Ferrari ha saputo imprimersi nelle qualifiche conquistando la prima fila qui all’Hard Rock Stadium di Miami Gardens. Sebbene l’emozione e la felicità per tutti coloro che tifano la rossa e per i meccanici di Maranello sia alta, non manca chi cerca sempre di vedere tutte le possibili sfaccettature di una situazione: stiamo parlando di Laurent Mekies che ha saputo analizzare la qualifica ponendo un accento anche sulla gara, che è appunto il vero fulcro dei punti che servono per vincere il mondiale:

È un weekend in cui stiamo imparando da zero tutto ed è molto bello aver centrato questo risultato davanti ad una Red Bull super veloce sin dall’inizio del fine settimana. Ci metteranno pressione e dovremo difenderci, nessuno di noi ha fatto il long run e tutto sarà deciso dalla gestione delle gomme, anche perché non abbiamo mai avuto delle temperature così alte (33°C di aria e circa 52°C di asfalto oggi). Sappiamo di avere ancora tanto lavoro da fare stasera tutti insieme per prepararci alla gara di domani”.

Niente festa o relax in casa Ferrari dunque, con Mekies che ha concluso: “Siamo un po’ più vicini e già in Arabia Saudita alla fine sono stati dei dettagli a fare la differenza. Ci prepareremo al meglio, intanto non possiamo che essere soddisfatti per questa Qualifica, in Q3 nel secondo run siamo usciti subito per evitare altre beffe con le bandiere come avvenuto a Imola per Charles e a Melbourne per Carlos”. 

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: