Melbourne, 13 Marzo – Mancano ora mai poche ore prima del ritorno in pista della Rossa e di Fernando Alonso che oggi è stato uno dei protagonisti della prima conferenza stampa FIA del campionato di Formula 1 2014.

Alla consueta domanda d’inizio stagione, sul comportamento in pista  della nuova monoposto F14T, Alonso non si è sbilanciato nelle sue prime dichiarazioni:

” E’ troppo presto per dire quanto siamo competitivi in questo momento, le risposte arriveranno nelle prossime 24 o 48 ore. Per ora stiamo ancora imparando, lavorando sullo sviluppo della macchina giorno dopo giorno. Come tutti ci troviamo una situazione insolita e per vedere dove siamo occorre mettere tutto insieme, cercando di massimizzare quello che abbiamo”.

Il campionato di f1 2014 rappresenta una vera rottura con il passato anche durante le qualifiche, con un nuovo regolamento  che le renderà più coinvolgenti per gli spettatori e per i Piloti che potranno finalmente dare il massimo senza inutili strategie pensate per la gara. In particolare  i piloti partiranno in gara con gli pneumatici usati nel Q2 con cui registreranno il migliore tempo, quindi potranno dare il massimo nel Q3 sfruttando le gomme al 100%. Secondo Fernando non ci saranno comunque significativi cambiamenti :

“Non mi aspetto di vedere molta differenza. In passato c’erano macchine che facevano solo un giro in Q3 o che non giravano affatto, adesso invece vedremo tutti fare un giro in più, ma questo non rappresenta un grande cambiamento nell’approccio alle qualifiche. Se consentirà di vedere più vetture in pista certamente questa modifica è la benvenuta”. A proposito del set di gomme morbide extra messo a disposizione in Q3 dal nuovo regolamento il pilota di Oviedo si è dichiarato a favore. “Mi è capitato spesso di arrivare in Q3 senza set di gomme nuove, quindi questa novità mi rende particolarmente felice”.

Durante la conferenza i giornalisti  hanno toccato il tema delle novità tecniche che sono state tenute nascoste fino ad oggi, chiedendo ad Alonso cosa nasconde la Ferrari nelle grandi scatole trasportate in aeroporto.

“Non credo fossero novità destinate alla macchina, forse era cibo” ha scherzato Fernando.

Infine  Fernando è stato il più ottimista, pronosticando sedici piloti all’arrivo.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook Clicca su Mipiace

 

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: