Mattia Binotto ha rivelato che la Ferrari non si opporrà alla proposta, avanzata da Red Bull, di congelare le Power Unit a partire dal 2022.

Dopo aver mantenuto per mesi una posizione contraria al congelamento dei propulsori al 2022, alla fine la Ferrari ha ceduto. La Scuderia di Maranello, dopo una prima apertura nelle scorse settimane, ha deciso di accettare questa proposta, avanzata da Red Bull. Il team di Milton Keynes e la AlphaTauri potranno così, a meno di una strenua opposizione della Renault, mantenere la Power Unit Honda del 2021 fino alla prossima rivoluzione del regolamento dei motori. Una rivoluzione che, grazie a questo provvedimento, potrebbe essere anticipata al 2025.

La conferma della decisione del Cavallino Rampante è arrivata nella conferenza stampa di ieri attraverso le parole di Mattia Binotto: “Abbiamo sempre detto che ci sono regole a tutela della situazione della Red Bull, e che potrebbero trovare una soluzione tornando ad essere clienti. Tuttavia, comprendiamo anche la loro volontà di mantenere la Power Unit Honda per il futuro. Negli ultimi giorni ci sono stati incontri con la F1 e la FIA. In quanto Ferrari, capiamo la situazione e siamo favorevoli a provare ad anticipare di un anno il congelamento dei motori. Ciò significherà anche provare ad anticipare al 2025 i nuovi regolamenti delle Power Unit. Non è la prima volta che la Ferrari agisce in maniera responsabile in situazioni come queste”.

Il Team Principal della Rossa ha aggiunto che è in corso un dialogo tra tutte le parti coinvolte per evitare che si verifichi un’eccessiva disparità di performance tra i diversi propulsori: “Non penso che sarà difficile introdurre un congelamento, si tratta solo di decidere cosa intendiamo fare. Al momento stiamo discutendo con la F1 e la FIA sul da farsi: potremmo optare per un sistema di convergenza di prestazioni qualora un costruttore si dovesse trovare molto lontano dagli altri. […] Bisogna ricordare che dal 2022 sarà anche introdotto il biocarburante E10, che provocherà grandi cambiamenti in termini regolamentari e per quanto riguarda gli sviluppi dei motori. Congelare i propulsori mentre introduciamo questa novità crea indubbiamente dei rischi, che dovranno essere gestiti”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: