Martin Brundle di Sky Sports F1 approfondisce il cuore dello scontro estremamente controverso accaduto a Silverstone tra i due piloti di F1 che si contendono il titolo. Pochi istanti dopo che le cinque luci rosse si sono spente per iniziare il Gran Premio di Gran Bretagna 2021, Max Verstappen sapeva di essere la preda e Lewis Hamilton ha capito che era il cacciatore.

La Mercedes stava trasportando meno carico aerodinamico e resistenza corrispondente rispetto alla Red Bull, essendo 6 miglia all’ora più veloce attraverso la trappola della velocità massima in qualifica. Lewis è stato il più veloce delle 20 vetture e Max è stato il più lento… Questo tipo di decisioni fondamentali sull’assetto sono completamente legate alle regole del Parco Chiuso una volta che le qualifiche sono in corso.

Max ha abilmente girato completamente all’esterno della prima curva per mantenere il comando. Lewis gli ha dato spazio, ma sembra che abbiano toccato brevemente i fianchi delle gomme.

Alla terza curva Max ha dovuto difendere la posizione, il che lo ha messo fuori posizione per la successiva curva a sinistra stretta. Lewis si è girato dietro di lui posizionando la sua auto per un’uscita migliore mentre Charles Leclerc nella Ferrari a partenza veloce ha tenuto un attento controllo, il che ha permesso a Hamilton la libertà.

Attraverso la discesa a sinistra dell’Aintree e sul Wellington Straight, Hamilton ha inevitabilmente avuto un’uscita migliore e la scia è stata potente. Verstappen ha immediatamente girato a sinistra cercando di rompere quella scia e costringere Hamilton a fare il giro lungo per la curva a sinistra di Brooklands che si avvicinava rapidamente.

Hamilton l’ha preso e dopo aver giocato ad alta velocità l’uno con l’altro toccando le ruote lungo il rettilineo era leggermente avanti. Ma Verstappen aveva la linea interna e poteva giudicare la sua frenata leggermente più tardi di Hamilton per riprendere l’iniziativa.

Lewis gli ha lasciato spazio, e comunque gli andava bene per il suo contrattacco nella fase successiva. In qualche modo Max ha fatto la curva tagliando il cordolo interno, ma ancora una volta stava lottando per riconquistare la traiettoria e difendersi.

Ancora una volta Hamilton ha preso la linea avversaria attraverso la lunga curva a destra di Luffield, trasformando così l’angolo in una “V” piuttosto che una “U” in modo da poter accendere presto. Attraverso l’ampia curva di Woodcote, la velocità e la scia della Mercedes erano potenti mentre si dirigevano verso “Copse”, curva nove.

Dalla gara Sprint sapevamo tutti che Verstappen doveva uscire dal complesso Becketts alle curve dalla 10 alla 14, dove il suo un carico aerodinamico extra gli consentirebbe di creare un gap su Hamilton che si dibatte nella sua aria turbolenta scartata con meno carico aerodinamico. Allo stesso modo, Lewis sapeva che l’unico modo per prendere il comando della gara era uscire da Becketts e abbattere il rettilineo dell’hangar.

Il giorno prima nella Sprint, Lewis si era trovato in una situazione simile ma fuori e ha dovuto cedere, costandogli una possibilità di vittoria, e aveva già deciso di non commettere più quell’errore.

Credo che avesse anche deciso di aver ceduto troppe volte all’aggressività di Max come a Imola e Barcellona all’inizio dell’anno, e anche il giorno prima. Era indietro di 33 punti in campionato e aveva bisogno di prendere posizione contro questa impavida macchina da guida olandese che vuole la sua corona. Hamilton era momentaneamente in gran parte al fianco prima di uscire dall’acceleratore. Max si voltò sentendo che l’angolo era suo e si toccarono, facendolo ruotare verso la barriera ad alta velocità, fermandosi infine con la forza di 51G.

Colpire la barriera lateralmente fa molto male, le caviglie e le ginocchia possono sbattere insieme e il bacino, le costole, la spalla e il collo subiscono un enorme carico laterale. La testa colpisce il poggiatesta, ma per fortuna con la tecnologia e il design del casco moderni si limitano i danni.

La Red Bull ha ritenuto che fosse un incidente intenzionale di Hamilton. Erano incandescenti, il loro potenziale campione del mondo era contuso, la loro auto si era rovinata in modo costoso in questa nuova era del limite di costo e con possibili penalità alla griglia derivanti da qualsiasi motore e danni accessori. Avrebbero segnato zero punti dalla gara ed entrambi i leader del campionato sarebbero stati gravemente erosi.

Mi è stato detto dalla Red Bull che ci sono dati per dimostrare che Lewis è stato significativamente più veloce in Copse che in qualsiasi altro momento e che non avrebbe fatto la curva non correndo largo, e inevitabilmente toccando Max.

Presumibilmente, ciò sarà reso disponibile al pubblico e se la Red Bull ritiene di avere “nuove prove” potrebbe fare appello alla FIA per il loro grado di colpa e clemenza percepiti nei confronti di Hamilton.

Tutto ciò che è accaduto non lo avremmo mai immaginato conoscendo Hamilton che nel corso dei decenni non ha mai dimostrato di essere un pilota che crea schermaglie, tranne in qualche occasione con Alex Albon della Red Bull in tempi più recenti.

Max è super aggressivo e lo amiamo per questo, ma Lewis ha deciso che avrebbe contrastato quell’aggressività. Questo incidente era solo una questione di tempo.

È stato un po’ imbarazzante sentire i team manager e i team principal della Red Bull e della Mercedes che cercavano di influenzare la situazione facendo pressioni sul direttore di gara, ma questo sembra essere il sistema di comunicazione in atto e che stiamo trasmettendo per la prima volta in questa stagione. Michael Masi, il direttore di gara, li ha giustamente indirizzati verso i Commissari Sportivi, e posso immaginare una futura revisione di questo processo.

Durante tutto questo Leclerc ha guidato magnificamente per condurre gran parte della gara fino a quando Hamilton non lo ha superato a un paio di giri dalla fine, dopo aver recuperato la sua penalità di 10 secondi.

Che bella guida dal giovane monegasco nonostante alcuni problemi al motore, e bello vedere che la Ferrari è al top dei problemi con le gomme e mostra di nuovo un ritmo di gara decente.

È stato meraviglioso vedere e sentire i fan rispondere e che Silverstone fosse così magnifica mentre generava ancora una volta un’emozionante azione ad alta velocità. I tifosi visto Hamilton conquistare la sua 99a vittoria in F1 e l’ottavo GP di Gran Bretagna in una gara su cui si discuterà per anni.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: