I test prestagionali di F1 in Bahrain hanno permesso di acquisire i primi dati sulle nuove monoposto 2022. Raccogliendo i primi riscontri, i progettisti hanno sviluppato diverse modifiche presentandole nel corso dei test in Sakhir, in preparazione della gara di apertura di F1 che si svolgerà in Bahrain. I team hanno provato soluzioni più vistose, come le nuove fiancate Mercedes, e soluzioni meno appariscenti.

La Ferrari, per esempio, ha apportato una piccola modifica alla disposizione dell’ala anteriore con l’obiettivo di agevolare il bilanciamento del carico aerodinamico. Gli ingegneri Ferrari hanno apportato delle modifiche anche al fondo della vettura, riprendendo una soluzione studiata da McLaren. È stata aggiunta una aletta aderente al bordo al fine di gestire al meglio la direzione del flusso locale. Inoltre, è presente un ritaglio sul bordo della sezione posteriore per gestire al meglio il porpoising senza sacrificare eccessivamente il carico aerodinamico. Gli ingegneri stanno dedicando molta attenzione alla sezione del bordo posteriore attraverso lo studio di una segmentazione che consenta di distribuire il carico aerodinamico, nel momento in cui l’auto viene abbassata al suolo dalle alte velocità.

RedBull ha dedicato molta attenzione alla sezione posteriore

RedBull ha portato nell’ultimo giorno di test piccole modifiche all’ala anteriore e una nuova versione più estrema dei sidepod che presentano una curvatura più graduale. La sezione anteriore della fiancata è più pendente e lavora in collaborazione le due sezioni che veicolano il flusso dell’aria nella parte posteriore. Essendo più inclinata, la parte anteriore spinge il flusso d’aria verso il basso e verso il canale posteriore. Queste modifiche sono state introdotte grazie a un attento studio del movimento del flusso tra la gomma e la fiancata, oltre che nell’aria del fondo e del diffusore.

Immagine

Anche Mercedes ha studiato diverse soluzioni dell’ala anteriore, presentando una versione con i profili interni più curvi e aggressivi. Il team di Brackley ha sofferto molto il sovrasterzo nelle giornate in Bahrain, ha cercato di fronteggiare il problema agendo sull’angolo dell’ala anteriore e sulla parte frontale del fondo. Il bordo del fondo è stato modificato ripetutamente durante i test. Dopo aver provato una soluzione più ondulata nel primo giorno, la Mercedes ha virato su una soluzione più piatta e convenzionale.

L’area del fondo è cruciale per le nuove monoposto e sarà oggetto di sviluppo nel corso di tutta la stagione, generando la maggior parte del carico aerodinamico. Mercedes, così come molte squadre, ha provato anche a installare dei supporti metallici sul fondo posteriore per evitare una eccessiva flessione. La novità principale però sono i nuovi sidepod con un orientamento di ingresso traslato rispetto alle altre vetture. In questo modo i tecnici di Brackley possono sfruttare un corpo vettura più stretto e agile nelle curve lente.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: