Nico Rosberg ha parlato della sua nuova esperienza di commentatore per la TV italiana e ha rivelato le sue previsioni per la stagione 2021 di F1.

A pochi giorni dalla prima gara della stagione 2021 di F1, tutti gli appassionati si augurano che il campionato che sta per iniziare possa essere combattutissimo fino all’ultimo Gran Premio. L’ultimo titolo ad essere deciso ad Abu Dhabi risale al lontano 2016, quando Nico Rosberg riuscì nell’impresa di battere Lewis Hamilton a parità di macchina. Dopo quell’eccezionale successo, tuttavia, il tedesco decise di ritirarsi dalle corse, privando i fan di una delle più belle e accese rivalità della storia del circus. Rosberg non ha comunque perso la passione per la F1, tanto che da qualche tempo svolge il ruolo di opinionista per la TV britannica e tedesca e, dal 2021, lo farà anche per quella italiana. Proprio l’approdo a Sky Sport Italia e la prossima stagione del circus sono al centro dell’intervista che Rosberg ha concesso a La Gazzetta dello Sport.

Rosberg si è detto felicissimo di essere il nuovo opinionista di punta di Sky Italia: “Mi fa tanto piacere perché amo l’Italia. E amo parlare italiano, quindi ritengo che sia una gran bella opportunità quella che mi è stata data. E poi non sarà un’esperienza nuova, l’ho già fatto in Germania e in Inghilterra. Ci sono delle differenze tra fare il commentatore per un paese o un altro, bisogna stare un po’ attenti e avere un minimo di diversa sensibilità. Per esempio so che in Italia se un giorno mi capiterà una Ferrari che va male sarà meglio non sottolinearlo troppo, diciamo. La stessa cosa quando parlo di Hamilton agli inglesi. Ma si tratta di sfumature e di modi: il mio impegno sarà sempre di dire quello che penso. Voglio essere completamente aperto, dirò le cose come stanno. Ma credo che lo farò con un certo garbo. Non sarò mai troppo estremo”.

Redbull F1 2021
Redbull F1 2021

Il tedesco prevede una stagione 2021 combattutissima tra Red Bull e Mercedes: “Se veramente la Red Bull partisse davanti, sarebbe fantastico. Perché diventerebbe entusiasmante vedere come reagirà la Mercedes, cosa si inventerà per andarla a prendere. Capire cosa tenterà Hamilton che certamente farà di tutto per vincere l’ottavo titolo. E con un Vertsappen che non vede l’ora di vincere sarà tutto molto divertente. Guardare solo i tempi dei test non va bene, non serve. Ma se analizzi tutto in profondità puoi capire un po’ come è la situazione. E quel che si intuisce è che ci sarà una lotta molto serrata tra Red Bull e Mercedes. […] Anche quest’anno non direi mai che Bottas non è in lotta, perché sul giro secco va tanto veloce, è sempre in grado di battere Hamilton. Però alla lunga, sulla continuità, non ce la fa. E poi quest’anno in partita penso ci sarà anche Sergio Pérez. Cominciamo una stagione in cui per me ci sono quattro potenziali vincitori del Mondiale, e questo è molto interessante”.

A proposito della stagione 2021, Rosberg ha sottolineato alcune delle possibili sorprese e ha rivelato su quali piloti scommetterebbe in ottica titolo: “Perez, per quanto potrà essere considerato sorpresa Perez. Credo che sarà interessante vedere cosa farà Ricciardo con questa McLaren in progresso. E poi l’AlphaTauri che nei test ha viaggiato tanto forte. Non so se l’Aston Martin sarà forte come era stata l’anno scorso. Ma forse sì, e allora Vettel sarà in grado di fare qualche podio. Sarebbe già una bella base per rilanciare un po’ la sua carriera. Perché gli anni in Ferrari per lui sono stati veramente pesanti… […] Verstappen è tanto forte, ormai è a livello di Hamilton. Loro due sono a un livello diverso dagli altri. Se dovete scommettere su qualcuno, restate pure su Hamilton. Ma una piccola cifra su Verstappen come assicurazione è un’idea”.

Il campione del mondo 2016 ha inoltre parlato dell’Extreme E, competizione in cui schiererà il proprio team: “Sarà una stagione di grandi duelli, anche tra me, Hamilton e Button in Extreme E… E’ stato stranissimo, perché né io né Lewis sapevamo dell’altro. Abbiamo negoziato entrambi negli stessi giorni. Strano, no? E’ molto bello che tutti e due abbiamo avuto la stessa idea e abbiamo questa attenzione per la sostenibilità, per i temi ambientali. […] Dico bravo a Button perché torna alla guida, ma io no: io ho finito col volante. Io adesso sono team principal e basta. Anche perché in macchina ho messo Johan Kristofferson che è la leggenda del rallycross: di sicuro il suv elettrico lo guida meglio di me”.

Ferrari F1 2021
Ferrari F1 2021

Rosberg ha concluso l’intervista con una riflessione sulla Ferrari: “La crisi della Ferrari nel 2020 mi ha stupito molto: hanno fatto un passo indietro enorme. Principalmente per via del motore che hanno dovuto cambiare per gli accordi con la FIA, ma anche Vettel stesso mi ha stupito, per come ha faticato, perché per me resta uno dei più forti. Non ho capito cosa sia successo. Speriamo che nel 2021 ricresca un po’. Ai test è partita male, speriamo che si riprenda presto. Che torni sulla strada giusta per lottare davanti. Ma sarà lunga. Le vere possibilità di tornare a vincere le vedo solo per il 2022. Sainz metterà in difficoltà Leclerc, perché va forte. All’inizio della stagione sarà davanti Leclerc, perché è già abituato a una serie di cose e poi perché per la Ferrari lui è il re. Ma poi Sainz può fare bene”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: