Il team principal della Ferrari ha dichiarato a Racefans.net che non vede l’ora di ammirare questa generazione di vetture di F1 sul bellissimo circuito del Mugello.

La pandemia di Covid-19 ha rivoluzionato il calendario del mondiale 2020 di F1, che vedrà l’aggiunta di ben quattro nuove date in Europa a sostituzione delle quattro gare in America. Oltre ai graditissimi ritorni del Nurburgring (11 ottobre) e di Imola (1 novembre), il circus approderà per la prima volta nella sua storia a Portimao (25 ottobre) e al Mugello (13 settembre), portando il numero delle gare in Italia a tre. Sul circuito toscano, di proprietà della Ferrari, la F1 ha girato per l’ultima volta nel 2012, disputandovi una sessione di test ufficiali. Il Mugello è stato poi “accantonato” fino al 10 luglio, quando è stato annunciato il suo approdo nel nuovo calendario 2020 dopo settimane di trattative.

Formula 1 Ferrari Binotto

Proprio riguardo al circuito toscano e alle sue caratteristiche ha parlato il Team Principal della Ferrari Mattia Binotto, raggiunto da Racefans.net: “Quando abbiamo girato al Mugello il mese scorso, per prepararci in vista della prima gara in Austria, abbiamo realizzato tempi molto vicini al record ufficiale della pista… -che risale al 2004 ed appartiene a Rubens Barrichello in 1’18”.704 a bordo della F2004…ma avevamo tanta benzina a bordo e non abbiamo spinto. Perciò quest’anno sono molto curioso di vedere il miglior tempo in qualifica, sono sicuro che sarà un nuovo record. I due piloti erano molto contenti del circuito e delle sue caratteristiche, si sono divertiti. E’ una pista velocissima, piena di curve veloci, che saranno molto dure sia nei confronti degli pneumatici sia nei confronti dei piloti dal punto di vista fisico”.

Tuttavia, sempre secondo Binotto, la natura del circuito potrebbe rendere difficili i sorpassi: “C’è un lungo rettilineo, ma prima di esso ci sono tante sequenze di curve veloci. Sarà impegnativo superare proprio a causa di quelle curve. In pratica al Mugello sono tutte veloci. Penso che non ci sia neanche una curva lenta! Anche per questo motivo sarà interessante vedere le vetture odierne al Mugello. Siamo tutti abituati a vederci le MotoGP, ma credo che con le F1 in un circuito del genere gireremo almeno 20 secondi più velocemente delle moto. Sarà eccezionale!”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: