Mattia Binotto spera che a Monza la Ferrari possa essere più competitiva di Spa, e conferma di sentire l’appoggio di John Elkann e Louis Camilleri.

A Sky Sport, Binotto prima delle Libere 2 è tornato ad esprimere la sua opinione sulla debacle della Ferrari in Belgio. “Spa ha mostrato i punti deboli di questa macchina, dal motore all’efficienza aerodinamica. Avremmo potuto fare un po’ meglio ma non troppo”.

Ferrari

Il team principal della Scuderia di Maranello, si augura che nel Gp d’Italia la Rossa possa essere più veloce della settimana scorsa. “Questa è una pista diversa, le curve sono meno difficili di quelle di Spa e le condizioni del tempo sono diverse e sono curioso di vedere come va con le nuove direttiveSappiamo di affrontare un weekend difficile”.

Binotto conferma di sentire il pieno appoggio di John Elkann e Louis Camilleri, che dovrebbero essere in pista in questo week end, per stare vicini alla squadra in questo difficile momento. “Il confronto c’è su ogni gara, ogni giorno. Il supporto è totale, con Camilleri mi sento ogni giorno. Condividiamo il progetto le difficoltà e le soluzioni e questo ci rassicura”.

L’ex direttore tecnico esprime la sua tristezza per l’assenza dei fan della Ferrari a Monza a causa del Covid. “Dispiace che anche qui a Monza non ci sia il tifo, i tifosi li sentiamo vicini e sappiamo che stanno soffrendo. Ma quello ferrarista è un tifoso è speciale, che ci sta vicino in questo momento di difficoltà. Da parte nostra massimo impegno per migliorare, siamo desiderosi di tornare al vertice il prima possibile”.

Infine Binotto aggiunge che la Ferrari non ah intenzione di fare passi indietro sul caso Racing Point. “Abbiano confermato il nostro appello, riteniamo che copiare la vettura non sia corretto. Nemmeno nel mondo dell’industria si copia. Vogliamo chiarezza e quando ci sarà ritireremo l’appello”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: