Mattia Binotto non è contento per la terza fila della Ferrari nelle qualifiche del Gp d’Ungheria, e mette nel mirino la power unit della Mercedes.

Al sito della Ferrari, Binotto ha commentato le prove ufficiali di Sabato, che ha visto Sebastian Vettel e Charles Leclerc ottenere il quinto e sesto tempo “Il risultato delle qualifiche è un riflesso accurato del nostro potenziale attuale. Non possiamo davvero essere contenti di essere in terza fila, soprattutto quando guardi il divario con la squadra in prima fila”.

Lewis HamiltonIl team principal della Scuderia di Maranello, dopo le polemiche dei mesi scorsi sull’accordo con la Fia per la power unit 2019, va all’attacco della Mercedes, che come in Austria ha dettato legge anche sulle velocità di punta. “Detto questo, è interessante notare la differenza nelle poche sezioni di rettilineo su questa pista, tra alcune macchine e il resto del gruppo”.

Binotto pur contento dei passi avanti della SF1000 rispetto ad una settimana fa, non si sbilancia sulle possibilità che almeno una delle due Ferrari possa salire sul podio in gara. “Su una pista con caratteristiche molto diverse da quella di Spielberg, siamo riusciti a ottenere il massimo dalla nostra auto, ma chiaramente non è abbastanza.

Durante la gara, il nostro obiettivo sarà quello di raccogliere il maggior numero possibile di punti, sfruttando al massimo tutte le opportunità che ci si presentano e dovremo anche essere pronti per ogni evenienza, dato che le previsioni del tempo sono molto imprevedibili”.

Infine Binotto ha voluto fare i complimenti a Robert Shwartzman e Mick Schumacher per la vittoria e terzo posto nella Feature Race di Formula 2. “Ancora oggi, i nostri ragazzi della Ferrari Driver Academy hanno fatto molto bene, quindi congratulazioni a loro, in particolare a Robert Shwartzman, che ha guidato un’incredibile gara e Mick Schumacher che ha fatto un ottimo terzo posto“.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: