La Scuderia Ferrari ha avuto una domenica davvero devastante in occasione del Gran Premio disputato a Baku che ha costretto entrambe le monoposto della rossa a ritirarsi a causa di problemi di affidabilità, una cosa che non succedeva dal lontano 2009. Leclerc è stato costretto ad un ritiro dovuto ad un problema della power unit, mentre Sainz a causa di un problema idraulico ha dovuto fermare la monoposto non potendo nemmeno rientrare ai box. 

Ma lo spagnolo, nonostante questo sia il suo terzo ritiro della stagione che lo costringe a tornare a casa senza punti, non sembra essere davvero preoccupato dall’affidabilità della sua F1 75:

Da parte mia quest’anno non abbiamo avuto problemi di affidabilità. È stata tutta pura sfortuna e le cose stanno andando per il verso giusto. Ma vedo che Charles ha avuto un problema a Barcellona e un altro qui.”

Per Leclerc infatti si tratta di veri e propri problemi legati al motore che senza dubbio lo costringeranno prima o poi a montare unità aggiuntive rispetto a quelle consentite dal regolamento e a prendere penalità in griglia di partenza. 

È una giornata difficile per la squadra“, ha aggiunto Sainz. “Una giornata difficile per tutta la famiglia Ferrari. Sono sicuro che lo esamineremo. Rimarremo uniti e continueremo a spingere, sai. Manca ancora una lunga stagione. Da parte mia è stato estremamente difficile ottenere qualsiasi tipo di slancio ogni volta che faccio una buona gara. Il 2022 è stato estremamente frustrante da questo lato. Ma spero ancora che un giorno tutto questo finisca e inizieremo a divertirci.

Poi lo spagnolo ha descritto nel dettaglio il suo problema a Baku: “Già frenando alla curva 3 ho sentito un problema con le scalate e le marce superiori e frenando alla curva 4 tutto si è spento e ho perso il controllo dell’impianto idraulico, che ovviamente era il problema. Un vero peccato perché fino ad allora abbiamo gestito molto le gomme che non spingevano davvero, aspettando il momento per spingere un po’ più tardi”, ha rivelato. “Il risultato di oggi è difficile da accettare. Tuttavia, siamo una squadra molto forte e non ho assolutamente dubbi che abbiamo la capacità e la determinazione per tornare più forti. C’è ancora molta strada da fare quest’anno. Ora verso il Canada”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: