Alfa Romeo 4C non è più ordinabile, un vero declino per una delle poche vetture in grado di calamitare gli sguardi e lo stupore di chi la incontra.

Un triste declino per l’Alfa Romeo 4C che non verrà più prodotta. Infatti non è già più configurabile dal sito ufficiale Alfa Romeo.

Lo avevamo anticipato nella nostra analisi dei modelli della fusione FCA PSA, ed escludendo la Giulia e la Stelvio Quadrifoglio, che sono versione sportive, la casa del biscione quindi non avrà più modelli di natura racing in listino. Eppure l’Alfa Romeo 4C è assolutamente un modello molto valido. L’unico, forse, in grado di competere contro chi rappresenta il simbolo delle vetture del settore Lightweight sportive, le “Superleggere”, ovvero Lotus.

Presentata al Salone di Ginevra del 2011, è arrivata in tutte le concessionarie Alfa Romeo nel 2013 in versione Coupé e nel 2015 in versione Spider, o meglio, Targa. È una sportiva nuda e cruda. Dotata del 4 cilindri da 1750 cc TBi turbo, ovviamente benzina, è in grado di sviluppare 240 cv e 350 Nm di coppia massima. L’aspetto fondamentale è il peso, poco meno di 900 Kg, che abbinato al baricentro bassissimo rende l’auto un vero go-kart.

Il cambio automatico con Launch Control, l’assenza di servosterzo, un rombo dello scarico inconfondibile e una linea da vera sportiva, dovrebbero bastare per farvi desiderare una Alfa Romeo 4C.

Sono sicuro che la 4C diventerà, se non lo è già, un cult e un pezzo da collezione.

Nel declino dell’Alfa Romeo 4C ci sono ovviamente delle dinamiche di mercato ed economiche che possiamo facilmente immaginare. Nel futuro di Alfa Romeo c’è il SUV Tonale, pronto per il lancio, e non ci sono sportive come la 4C. Questo è quello che richiede il mercato ed è un vero peccato per una casa delle sportive ne ha fatto la sua storia. Quando si dice dare retta alla testa e non al cuore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: