In casa Mclaren non ci si aspettava che la Ferrari tornasse a casa con 0 punti. Grazie all’ottima gara di Norris e Ricciardo, il team inglese si riprende il terzo posto nel campionato costruttori.

Un terzo posto conquistato a Baku da una Ferrari che sembrava avesse trovato un leggero miglioramento nonostante ancora gli evidenti problemi. La Francia ha espresso di quanto la realtà sia ben lontana da ciò che abbiamo visto in Azerbaijan. Secondo il team principal Andreas Seidl, la McLaren era “sorpresa” di avere un così grande vantaggio sulla più vicina rivale di Formula 1 nel Gran Premio di Francia.

La scuderia di Maranello ha dimostrato fin ora quanto sia forte in qualifica, ma poi in gara perde qualcosa. Con Carlos Sainz e Charles Leclerc quinto e settimo ci si aspettava decisamente di più.

Norris e Ricciardo sono arrivati ​​rispettivamente quinto e sesto, mentre la Ferrari ha faticato molto con il graining della gomma anteriore e non è riuscita a conquistare neanche un punto. Lo spagnolo, infatti, ha concluso la gara 11°, mentre il Monegasco ha dovuto effettuare un secondo pitstop a causa della grande fatica con le gomme, ed è sceso poi al 16°.

“Siamo rimasti decisamente sorpresi di essere stati così forti oggi rispetto ai nostri diretti concorrenti con cui stiamo lottando nel campionato costruttori”, ha aggiunto Seidl a fine gata, “Abbiamo visto in diversi Gran Premi che fatichiamo di più il sabato, e poi però domenica abbiamo una buona macchina da corsa rispetto alle Ferrari quando si tratta di gestione delle gomme o degrado delle stesse.

Ricciardo ha descritto la competizione in gara contro la Ferrari come “una situazione pazzesca“. Ma nonostante le circostanze siano insolite, quest’anno ci sono state altre gare, in particolare Bahrain e Portogallo, dove la Ferrari ha faticato la domenica. Il risultato al Paul Ricard ha permesso alla McLaren di recuperare il terzo posto nel campionato costruttori sulla Ferrari e costruire un vantaggio di 16 punti.

“Sembra che abbiamo una macchina da corsa molto forte, che sta affrontando bene anche la sfida del degrado delle gomme e questo ci dà questo vantaggio domenica. La squadra ha fatto un ottimo lavoro dal punto di vista della strategia per portarci a queste posizioni in cui siamo finiti, mettendo i piloti in posizioni forti in termini di capacità di gestione. Tuttavia, l’obiettivo è chiaro, vogliamo finire [meglio] sabato per rendere più facili le domeniche. Ma sembra un po’ che al momento non si possano avere entrambi, quindi dobbiamo trovare il giusto compromesso”. Conclude Seidl.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: