Inizio di weekend dolce-amaro per Carlos Sainz, che ha concluso in dodicesima posizione la seconda sessione di prove libere del Gp della Turchia a un secondo da Lewis Hamilton in testa. Lo spagnolo, però, si è detto soddisfatto del venerdì di prove. La Ferrari ha mantenuto un passo gara costante a livello di Mercedes e Red Bull e anche sul giro secco ha saputo dire la sua. Il rimpianto per il pilota spagnolo sarà quello di non poter battagliare per le prime posizioni di testa a seguito della penalizzazione dopo il cambio motore sulla sua macchina, che lo costringerà a partire dal fondo dello schieramento. Leclerc, invece, avrà la possibilità di fare una bella qualifica, e chissà magari puntare alla pole dato che il favorito Hamilton sarà costretto anche lui alla penalizzazione per il cambio power unit.

Gp della Turchia, le parole di Sainz dopo le prove libere

Al termine della giornata di prove Sainz ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di SkySportF1.  “Charles ha girato di più con basso carico.Vedere lui che può lottare per il podio da un lato mi da fiducia. Potrei anche io essere lì a lottare sabato e domenica, anche se dovrei chiaramente rimontare tante posizioni. Dall’altro però mi abbatte un po’, perché avrei potuto essere anche io lì a lottare, guardando il passo della macchina questo weekend”.

Ho fatto solo un paio di giri [con poca benzina] per provare la macchina con meno carburante. Questo per avere un riferimento in quelle condizioni. Ma il 99% della sessione l’abbiamo fatta con tanto carburante, per cercare di capire il degrado delle gomme e assetti differenti, così da aiutare il team e me stesso a comprendere i problemi che abbiamo sulle gomme anteriori. Questa è una pista che incide molto sull’anteriore, soprattutto per la famosa curva 8. Tutte le curve rendono la pista di grande sottosterzo”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: