Formula 1 – Gunter Steiner, team principal della Haas, si e raccontato ai microfoni di Sky riguardo a quanto successo la scorsa settimana alla curva 3 del primo giro del Gran Premio del Bahrein . Il pilota numero #8 Romain Grosjean si è schiantato a 221 km/h contro il guardrail dividendo in due la monoposto che è andata a fuoco. Steiner racconta i primi attimi di terrore nel momento in cui hanno capito che il pilota coinvolto era proprio Grosjean e il sollievo provato quando lo hanno visto scendere:

Video Formula 1 Gunter Steiner


“All’inizio vedevi solo la palla di fuoco e nient’altro, però vedi sul gps che la macchina di Grosjean é ferma. (E allora pensi ndr) “siamo noi, cosa sta succedendo?” Poi è arrivata subito la chiamata di un ingegnere che deve aver visto la in Car camera dicendo “è sceso è sceso” e (subito ho replicato ndr) “ragazzi aspettate un attimo io non ho visto che è sceso”.

Ha commentato Gunter, si è anche detto molto sollevato quando ha appreso che Grosjean era vivo e le ferite non erano gravi, a quel punto la concentrazione e tornata sulla gestione della gara pur rimanendo un pensiero costante quello di Romain, che è stato da poco dimesso dall’ospedale. In merito invece alla possibilità del pilota di tornare per il gran finale ad Abu Dhabi Steiner ha detto che non ci sono pressioni:

“Il sedile é tuo, però è presto  per decidere aspettiamo fino a settimana prossima per vedere come è messo con le ferite e poi decidiamo però il sedile è tuo se lo vuoi” ha chiarito Gunter riguardo a Grosjean, da parte del pilota c’è certamente la volontà di tornare in pista per concludere al meglio la sua carriera in Formula 1, ma tutto dipenderà dalle sue condizioni fisiche. 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: