Dopo un inizio difficile della stagione 2022 per Lewis Hamilton e George Russell, una serie di aggiornamenti introdotti a Barcellona lo scorso fine settimana ha trasformato il ritmo della W13.

La tappa spagnola ha rappresentato un punto di ripartenza importante per il team otto volte campione del mondo. Sul suolo di Barcellona, infatti, dove si sono svolti i test pre-stagionali, si sarebbe capito se il progetto della nuova Mercedes ad effetto suolo si potesse considerare fallimentare o quantomeno migliorabile.

Russell ha combattuto contro le Red Bull per raggiungere il podio, ma è stata la carica di Hamilton dal fondo della griglia al primo giro finito poi quinto che ha davvero incoraggiato la squadra.

Il capo del team Toto Wolff afferma che il ritmo di Hamilton ha suggerito che la Mercedes avesse il pacchetto più veloce in assoluto e ha offerto un barlume di convinzione secondo cui il titolo può essere ancora tra gli obiettivi stagionali.

“Sembrava un’auto da corsa vincitrice del campionato del mondo che stava guidando, e ciò non sarebbe stato possibile nelle gare precedenti”, ha detto Wolff a proposito dell’inglese sette volte campione. “Questo mi ha ricordato l’anno scorso e gli anni prima”.

Alla domanda se credeva quindi che la Mercedes ora possa trascinarsi nella lotta per il campionato tra Ferrari e Red Bull, Wolff ha risposto: “Ho visto un’auto da corsa oggi che mi ha ricordato le auto da corsa delle stagioni precedenti. Questo è molto incoraggiante e mostra che abbiamo fatto un altro passo. Possiamo lottare per un campionato del mondo?

Bene, possiamo scommettere. Ma dobbiamo solo avere una macchina in grado di finire prima e seconda. E penso che abbiamo ragioni per credere che possiamo arrivarci. E’ chiaro che le probabilità sono contro di noi, ma sono corse imprevedibili. Stiamo assolutamente spingendo al massimo per riportarci in gioco”.

Mentre Hamilton è a 64 punti dal leader del campionato Max Verstappen nella classifica piloti, Russell è molto più vicino e dista solo 36 punti.

Nel campionato costruttori la Mercedes è al terzo posto con 120 punti, 49 dietro la Ferrari e 75 alla deriva della Red Bull.

Wolff dice che il divario con le prime due squadre non è stato cancellato, completato dai miglioramenti alla W13, ma pensa che il deficit sia stato drasticamente ridotto.

“Questi regolamenti ci hanno colto alla sprovvista in un certo senso, e passo dopo passo stiamo capendo cosa dobbiamo fare per riportare le prestazioni in macchina”, ha detto. “Abbiamo visto un altro grande passo in questo fine settimana e probabilmente abbiamo dimezzato lo svantaggio per i primi. Ma c’è ancora molta strada da fare per essere proprio lì nella lotta. Siamo terzi grazie a George. La sua guida è stata incredibile, la difesa, il posizionamento. Sono così orgoglioso e felice in un certo senso di vederlo: e una grande stella o un grande pilota in la realizzazione.”

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: