Il pilota tedesco ha espresso tutta la propria felicità per il ritorno in F1 con Racing Point in sostituzione dell’amico Sergio Pérez, risultato positivo al tampone per il Covid-19.

Quella di ieri è stata una giornata speciale per Nico Hulkenberg, al rientro in F1 dopo essere stato appiedato da Renault a fine 2019. Il tedesco è stato chiamato in extremis da Racing Point per sostituire l’amico e vecchio compagno di squadra Sergio Pérez, risultato positivo al Covid-19. Il tedesco, da sempre un personaggio molto amato nel paddock, avrà così una grande occasione per ottenere quel tanto ambito podio (che in 9 stagioni non è mai riuscito a raggiungere) alla guida di una vettura velocissima come la RP20.

Il pilota tedesco ha raccontato le frenetiche ore che hanno preceduto il suo ritorno in pista nelle FP1: “Le ultime 24 ore sono state folli e speciali. Giovedì, mentre mi stavo recando al Nurburgring per un test con le vetture GT, ho ricevuto la chiamata verso le 16:30. Ho subito preso un aereo per l’Inghilterra e sono rimasto alla fabbrica della Racing Point fino alle 2 di notte per la realizzazione del sedile. Poi, alle 8 di mattina mi sono allenato per un’ora al simulatore. Ho dormito poco, ma direi che ne è valsa la pena. Il team ha fatto un lavoro eccezionale, voglio ringraziare tutti e in particolare i ragazzi che hanno lavorato di notte per farmi entrare in macchina, realizzando un sedile molto confortevole! Voglio ringraziare anche la FIA per aver risolto la questione della Super Licenza. Tornare è davvero speciale”.

 

Hulkenberg ha in seguito riflettuto così sul proprio venerdì, conclusosi con un settimo posto nelle FP2 a 6 decimi dal compagno di squadra Lance Stroll: “Le forze-g si fanno senza dubbio sentire. Anche se sono in una buona forma fisica, è difficile tornare a subire queste forze su una pista così dura e con 35 gradi di temperatura. Non mi sono fatto mancare niente, ho scelto il giorno più caldo dell’anno per tornare! Si vede chiaramente che la macchina ha un grande potenziale, è velocissima. Non ho sfruttato al massimo le gomme soft, perciò credo di poter andare ancora più veloce, dovrò solo utilizzare meglio quella gomma. Ovviamente, in vista di domani, lavoreremo su questo aspetto per cercare di ottenere il miglior risultato possibile”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: