Attraverso le parole del suo Direttore Tecnico Toyoharu Tanabe, Honda si è dimostrata determinata a concludere con un titolo la sua avventura in F1.

Il 2021 rappresenterà l’ultimo anno in F1 della Honda, e il costruttore giapponese è determinato a lasciare il circus con un vero e proprio canto del cigno. Per far ciò, Honda e la Red Bull dovranno battere l’inarrivabile Mercedes, che sin dal 2014 ha dominato il circus nel campo della Power Unit. In occasione della sua ultima stagione in F1, la casa giapponese ha deciso di investire pesantemente in un propulsore completamente nuovo, che, secondo quanto rivelato da Toyoharu Tanabe, rappresenterà un miglioramento rispetto a quelli precedenti. “I numeri che abbiamo visto al banco…” – ha affermato il Direttore Tecnico di Honda F1 dopo la presentazione dell’AlphaTauri AT02“…corrispondono alle aspettative. Vediamo quanto potremo essere competitivi in pista, nelle gare vere e proprie”.

Tanabe ha inoltre parlato delle aree su cui i tecnici nipponici si sono concentrati per ottenere un guadagno di performance: “E’ difficile essere specifici riguardo a quali parti sono state sviluppate maggiormente, ma, per migliorare potenza ed affidabilità, abbiamo effettuato delle modifiche all’ICE, alla turbina e all’ERS. Questo è il nostro quarto anno con la Scuderia AlphaTauri e, per migliorare sotto ogni punto di vista, abbiamo migliorato anche l’installazione dell’intera Power Unit”.

Il Direttore Tecnico di Honda F1 ha poi spiegato le difficoltà che sono state causate dalla pandemia di Covid-19 e dalla decisione della casa nipponica di abbandonare la F1: “Prima della pandemia, l’intenzione era quella di introdurre un nuovo propulsore quest’anno. Poi tutte le difficoltà legate ai vari lockdown e la lunga pausa della F1 ci avevano convinto a posticiparlo al 2022. Tuttavia, vista la decisione di Honda di abbandonare lo sport a fine 2021, abbiamo rivalutato la situazione e cambiato il nostro piano per reintrodurre il motore nel 2021. Il cambiamento è avvenuto in tempi molto stretti, ma siamo riusciti ad anticipare il programma di sviluppo e preparazione. In Honda abbiamo sentito il bisogno di applicare tutte le nostre conoscenze tecniche prima di lasciare la categoria”.

Tanabe ha concluso parlando del recente accordo per il passaggio della proprietà intellettuale della Power Unit giapponese al team anglo-austriaco: “Penso che per Honda sia la cosa giusta da fare, considerando il nostro rapporto con Scuderia AlphaTauri e Red Bull Racing e valutando i benefici che Honda ha riscosso da queste partnership. Ciò riflette anche l’importanza del nostro ruolo nella storia della F1, della quale abbiamo fatto parte per molti decenni. Perciò, sono fiero che in questo modo Honda sia stata capace di aiutare questi due team e lo sport. Per concludere quest’avventura al meglio, tutti a Sakura e Milton Keynes sono molto determinati e, insieme ad AlphaTauri, sentiamo di aver preparato bene la stagione quest’inverno. Finché non scenderemo in pista, non sapremo con certezza quanto il nostro lavoro sia stato buono. Tuttavia, fin qui è andato tutto liscio”.

Telegram

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: