Il sorprendente vincitore del GP d’Italia crede di poter fare ritorno nel team che lo ha bocciato solo un anno fa. Al momento, però, Red Bull pare intenzionata a confermare Alexander Albon.

L’inaspettato ed emozionante trionfo di Pierre Gasly nel GP d’Italia ha ufficialmente rilanciato la carriera in F1 del giovane francese. Solo un anno fa, il pilota nativo di Rouen sembrava aver perso la sua grande occasione nel circus, essendo stato retrocesso dalla Red Bull in Toro Rosso dopo una prima parte di stagione a dir poco disastrosa. Con grande resilienza, però, Gasly è riuscito a prendere in mano le proprie sorti a suon di risultati, conquistando un eccezionale secondo posto nel GP del Brasile 2019 (con Toro Rosso) e una meravigliosa vittoria domenica scorsa a Monza (con AlphaTauri). Risultati fenomenali, che hanno alimentato le voci di un possibile ritorno del francese in Red Bull al posto del deludente e sfortunato Alexander Albon.

Redbull Silverstone prove libere

Dopo il GP d’Italia, lo stesso Gasly ha rivelato di sentirsi pronto a tornare di fianco a Max Verstappen in Red Bull: “Credo di essere pronto [per il ritorno in Red Bull], ma non sono io a dover decidere. Sin da quando mi hanno retrocesso in Toro Rosso, ciò che ho fatto è stato concentrarmi su me stesso e mostrare cosa sono capace di fare. Sono molto felice delle nostre performance quando ho avuto a disposizione tutti i mezzi adatti. In Toro Rosso ci sono stati tanti grandissimi piloti, e sono felice di essere uno dei due che hanno portato una vittoria al team. Immagino che questi grandi risultati meriterebbero di essere premiati, ma vedremo cosa accadrà. Al momento non voglio pensare a questo, voglio solo godermi la mia prima vittoria in F1. Avrò tempo di pensarci in un secondo momento”.

 

La palla passerà quindi all’uomo che ha deciso di retrocedere Gasly in Toro Rosso, Helmut Marko, che tuttavia ha più volte negato le possibilità di un ritorno del francese nel team di punta. Ai microfoni di Sky Sport Deutschland, l’austriaco ha confermato la sua posizione anche dopo la vittoria di Gasly nel GP d’Italia: “Al momento non prendiamo in considerazione un ritorno di Gasly. Lui è uno dei nostri piloti Red Bull, ma adesso si trova in AlphaTauri e sta facendo un ottimo lavoro. Anche in quel team abbiamo bisogno di un leader“.

Parole categoriche ma comunque inaffidabili, dato che nel 2019 Marko aveva più volte dichiarato di voler trattenere Gasly in Red Bull prima di declassarlo in Toro Rosso. Un precedente senza dubbio preoccupante per Albon, il cui sedile comincia a scottare in ottica 2021.

 

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: