Il nuovo CEO della F1, Stefano Domenicali, ha già alcune importanti decisioni da prendere in merito al futuro della F1: una di questa è il progetto della nuova generazione di motori.

La crisi pandemica e l’addio di Honda dal Circus han fatto emergere una difficoltà alla quale non è stata data la giusta importanza nonostante fosse sulla bocca di tutti: motori troppo costosi e sviluppo ridotto al minimo. Con il saluto di Honda dalla F1 rimangono solamente la Ferrari, la Mercedes e la Renault come fornitori di motori. Una situazione un po’ triste per l’intera categoria.

Per ovviare al problema del costo delle attuali PowerUnite la Red Bull ha proposto il congelamento dei propulsori. Se la FIA e gli altri team dovessero accettare questa proposta si ridurrebbero drasticamente i costi dei motori ma verrebbe a mancare una fattore che ha contraddistinto la F1 dalle altre categorie del Motorsport: lo studio e lo sviluppo del cuore della macchina.

Proprio su questo aspetto, il nuovo CEO della F1, Stefano Domenicali, sostiene che si sia data più importanza alla tecnologia che ai costi di sviluppo e alla gestione di questi motori. Egli sostiene, inoltre, che ci debba essere più sinergia fra vettura di F1 e vetture stradali, in modo tale che, quello sviluppato in F1, possa essere utile anche per le nostre automobili.

La FIA e gli altri organi della F1 sostengono che il compito di questa nuova era motoristica, attesa nel 2025, abbia altri due aspetti da soddisfare: coinvolgere altre case costruttrici a sposare il progetto e far diventare la F1 un sport più sostenibile. In quest’ultimo punto il World Motorsport Council sta lavorando assieme a Petronas, Shell ed altre industrie petrolifere per trovare un carburante più “amico” dell’ambente.

Una cosa è certa: la F1 non deve diventare una IndyCar 2.0. Le forniture monomarca di cambio e motori le si possono accantonare fin da subito perché non è la soluzione giusta. L’ex ingegnere della Ferrari sa benissimo cosa vuole questo sport e, conoscendo le sue enormi competenze, farà di tutto per dare più importanza alla parte endotermica che a quella ibrida.

Per rimanere aggiornati sulle notizie della F1, Indycar e altre categorie del Motorsport unitevi al nostro canale telegram.

 

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: