Il Gran Premio di Sakhir è stato un vero incubo per il finlandese della Mercedes. La sua gara, cominciata malissimo, è stata ancor di più compromessa dal disastro Mercedes ai box. Bottas si è ritrovato a fine gara con delle gomme finite, scivolando fino all’ottavo posto.

Se prima di questo weekend Bottas veniva spesso criticato per le sue prestazioni, la situazione non è di certo migliorata anche senza Hamilton. Il giovane Russell, dopo aver sfiorato la pole, si è reso autore di una bellissima partenza, costruendosi addirittura un gap di 8 secondi tra lui e il compagno. Come sono andate a finire le cose lo sappiamo già, ma l’errore del muretto Mercedes non ha di certo risparmiato Valtteri dalla pioggia di critiche.

F1 Mercedes Sakhir: ecco cosa è andato storto nel pit-stop – Video (newsf1.it)

Il finlandese resta convinto del fatto che senza i problemi nel finale avrebbe potuto lottare fino all’ultimo giro:

“Nel primo stint, avendo la gomma gialla, sapevo che sarebbe stato importante tenere la posizione. Perdere la testa della gara è stato un peccato. Nel secondo stint avevo trovato un buon ritmo, e sapevo che sarei riuscito a riprendere Russell. Era tutto in gioco.”

Resta innegabile il fatto, Russell o meno, che la prestazione di Bottas è stata tutt’altro che positiva.

“Sapevo che la gara sarebbe stata lunga, stavo solo cercando di sfruttarla al meglio. So che è stata una gara brutta per me, ed è molto facile dire dall’esterno che il novellino me le ha suonate al debutto in squadra. Le persone all’interno del team sanno quale sia stata la mia prestazione e come sarebbe potuta finire la gara.”

Nel finale di gara Bottas non è riuscito a mandare in temperature le gomme dure usata, divenendo facile preda per tutti e terminando la gara in ottava posizione. Come si dice in questi casi, per il buon Valtteri “piove sul bagnato”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: