Tra i colpi di scena del Gran Premio degli Stati Uniti della scorsa settimana corso ad Austin sul COTA senza ombra di dubbio risalta lo spaventoso incidente occorso tra Stroll e Alonso, entrambi i piloti sono usciti per fortuna illesi dal sinistro, ma mentre Stroll è stato costretto al ritiro, Fernando è miracolosamente riuscito a riportare la macchina ai box cambiare le parti danneggiate e rientrare in pista per concludere la gara in una splendida 7° posizione, salvo poi venire penalizzato di 30 secondi.

I commissari hanno deciso di essere cosí rigidi nei confronti di Alonso perché lo spagnolo è rientrato in pista con uno specchietto pericolante, perso poi in un rettilineo nel corso della gara, comportamento che è stato giudicato pericoloso dalla direzione gara, non è però la prima volta che una cosa del genere accade e come abbiamo detto più volte sebbene i commissari varino di gara in gara non è possibile tollerare una disparità di sanzionamento cosí evidente. Inoltre ad inizio gara anche la Red Bull di Perez aveva la paratia destra della ruota anteriore destra penzolante, anch’essa persa poi in un rettilineo nel corso della gara, ma per il messicano non si è registrata nessuna penalità.

Dopo il ricorso presentato da Alpine Alonso si presenterà davanti alla commissione giudicante nel corso di questa giornata:

E’ uno di quei rari momenti nello sport in cui sento che siamo tutti della stessa idea e condividiamo la stessa opinione verso norme e regolamenti. Perciò la giornata di giovedì sarà importante per lo sport che amiamo tanto. Questa decisione stabilirà se stiamo procedendo nella giusta direzione per il futuro”. ha detto Fernando in merito alla questione.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: