Le prime libere di Spa hanno visto prevalere Albuquerque su una LMP2, mentre l’Alpine è seconda assoluta ed ha fatto meglio delle Toyota. Porsche davanti a Ferrari nelle GT.

Quanto si era visto nei test di inizio settimana appare confermarsi nelle libere 1 di Spa, prova inaugurale del FIA WEC 2021. L’Oreca 07 Gibson #22 dello United Autosports ha infatti dominato la scena, con Filipe Albuquerque che si è spinto fino ad un 2’04”083, rifilando quasi mezzo secondo a Norman Nato. La prima Hypercar è l’Alpine #36 di Matthieu Vaxiviere, staccato di poco più di due decimi dal battistrada. Hanno sofferto le Toyota, visto che la prima è la #7 di Mike Conway che è solo settimo assoluto. Il gap dalla vetta è di mezzo secondo, mentre la #8 di Kazuki Nakajima non ha fatto meglio della decima piazza. Va ricordato che è stato deciso di non rallentare le LMP2, per cui c’è da aspettarsi un reale confronto tra le due classi per la vittoria assoluta. Le Hypercar avranno dalla loro una maggiore efficienza in termini di consumo, ma in termini di prestazione pura appaiono attardate. L’Alpine ha una grande occasione per tentare di battere le nuove GR010 giapponesi.
In classe GTE PRO continua lo strapotere delle Porsche 911 RSR, con la #92 del solito Kevin Estre davanti alla #91 di Richard Lietz. La Ferrari è comunque vicina ed Alessandro Pier Guidi sulla #51 si è portato ad appena 54 millesimi dal 2’13”466 del capogruppo. Segue Miguel Molina sull’altra rossa mentre è attardata la Corvette, staccata di un secondo con Antonio Garcia. Tra le GTE AM svetta ancora la Porsche, in particolare la #56 del Team Project 1 con il nostro Matteo Cairoli. Interessante far notare che il pilota italiano è riuscito a far meglio della vettura americana della classe superiore, confermando un gran feeling con questa pista.

 

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: