Finalmente è arrivata la nuova Volkswagen Golf 8 che porta con sé tantissime soluzioni tecnologiche e un dubbio stilistico che al momento non mi convince.

24 ottobre 2019. In diretta da Wolfsburg, Volkswagen ha presentato la nuova Golf 8. Ottava serie dello storico modello che taglia, seppur non così nettamente, col passato. Motori ottimizzati per il rispetto dell’ambiente, tanta tecnologia e molte novità in termini di intrattenimento, sicurezza di guida e comfort.

Iniziamo però dagli esterni. La linea, mi spiace per tutti i fan Volkswagen, non mi fa impazzire. I fari anteriori si prolungano da entrambe le parti, verso il logo centrale, internamente, e verso la ruota, seguendo la linea del paraurti, lateralmente. Questo stile mi ha ricordato un po’ la BMW E60, la Serie 5 del 2003, che non è un buon segno. Inoltre il taglio così basso dei gruppi ottici fa sembrare l’auto un po’ tozza e goffa. Bella comunque la griglia inferiore della GTE con i fendinebbia a 4 punti annegati nella scacchiera della griglia nera.

BMW E60 Golf 8

Il posteriore e la linea laterale non sono cambiati di molto, a conferma dell’anima tradizionalista del modello. La linea dei vetri e del cruscotto posteriore è leggermente più alta, mentre i fari, seppur con una sagoma diversa, sono praticamente nella stessa posizione della precedente Golf 7.

Volkswagen Golf 8

I motori della Golf 8 sono il punto di forza sul quale si sono concentrati maggiormente i tecnici Volkswagen. Il focus è ovviamente sull’ibrido. La casa tedesca ha infatti previsto almeno 5 versioni ibride che verranno presentate sul mercato. Questi modelli avranno batteria agli ioni di litio da 48 V, e saranno disponibili con potenze di 110, 130 e 150 CV, oltre alla nuova versione da 204 CV e alla sportiva GTE da 245 CV.

Oltre alle ibride, si potranno ordinare le due cilindri a benzina TSI da 90 e 110 CV e le tre quattro cilindri a gasolio TDI da 115, 110 e 150 CV. Una la versione a gas TGI da 130 CV.

I consumi sono stati ridotti del 10% per le ibride e del 17% per le TDI. La nuova tecnologia con due SCR ovvero due riduzioni selettive catalitiche che permettono di ridurre notevolmente le emissioni fino all’80%.

Tecnologia e motori efficienti sono i punti di forza della nuova Golf 8

La tecnologia non è stata certamente trascurata. Head-up display, controlli di guida con Cruise control attivo ACC e mantenitore di corsia. Così come le avversarie Serie1 e Classe A, sugli interni è stato fatto un bel balzo nel futuro con uno schermo centrale per comandare tutte le funzioni di infotainment e il digital cockpit, diventato ormai un must.

Volkswagen Golf 8

La Golf 8 è anche la prima auto del marchio Volkswagen ad avere un sistema di intelligenza di guida che sfrutta la tecnologia del traffico Car2X. Attraverso questa tecnologia c’è un monitoraggio in tempo reale della strada che si sta percorrendo. Al guidatore vengono fornite informazioni in tempo reale riguardo rallentamenti, cantieri e pericoli. Inoltre, questo sistema, dialoga con il Cruise control per adattarsi alle situazioni di pericolo alla guida. Secondo Volkswagen è un gran bel passo verso la guida autonoma.

Attendiamo di vederla dal vivo per valutarne meglio la linea. Sarei anche curioso di sentire un parere di un puro Golfista, ma questa nuova Golf 8 al momento non mi convince.

A proposito dell'autore

Sono cresciuto a pane e Formula 1. Le auto sono la mia passione e scrivere articoli mi permette di condividerla con tutti voi. Twitter @ivan_morepower

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: