Non sembra convincere molto il format sperimentale della Sprint Qualifying. La 100 km è stata già adottata a Silverstone e Monza, e forse verrà riproposta anche in Brasile il prossimo novembre. Non c’è adrenalina, non ci sono sorpassi e i piloti sono troppo prudenti, per evitare situazioni pericolose e compromettenti per la gara della domenica. Questo è successo nella mini-gara di Monza, vinta da Valtteri Bottas, che oggi partirà dal fondo dello schieramento. Le uniche emozioni sono state la brutta partenza di Hamilton, che non è riuscito poi a recuperare sul duo della McLaren, e l’incidente di Gasly al primo giro. Sull’argomento si sono espressi alcuni team manager, tra cui anche Toto Wolff.

Il pensiero di Toto Wolff

Alcuni team principal hanno proposto nuovi format, come quello della griglia invertita di Binotto o della riduzione del tempo nelle prove libere di Toto Wolff. “Inizi venerdì pomeriggio con FP1, fai una FP2 di sabato mattina, fai una qualifica convenzionale come facciamo noi e un fantastico Gran Premio di domenica. E forse puoi fare un po’ di riscaldamento domenica mattina, per avere un po’ più di spettacolo per la gente. Avrei solo abbreviato le sessioni di prove libere in modo che ci sia più variabilità nei risultati, manterrei il resto così com’è”. Il pensiero dell’austriaco sarebbe stato condiviso da più persone, che non troverebbero alcun benificio nel format della Spring Qualifying dove i piloti mantengono sempre molta prudenza.

La replica di Ross Brawn

Sull’argomento è intervenuto anche Ross Brawn che, confrontandosi con i piloti, ha detto che alcuni di loro erano positivi circa il nuovo format, ma avrebbero preferito ottenere qualche ricompensa in più, per aumentare lo spettacolo e il divertimento tra i piloti stessi ma anche sulle tribune. “Se lo facciamo, allora forse un evento a sé stante è una considerazione. Qualificazioni di venerdì, gare di domenica, ma un evento a sé stante con qualche ricompensa decente ma forse un po’ di pericolo nella griglia e nel modo in cui inizi. Non vogliamo espedienti, non vogliamo cannibalizzare, non vogliamo influenzare l’integrità”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: