Il mondiale 2019 è nelle mani della Mercedes con un Lewis Hamilton assoluto protagonista. Il pilota anglo-caraibico si avvicina a grandi passi alla sesta corona iridata, mentre il Circus si proietta già alle prossime stagioni.

Al termine del GP di Francia, Ross Brawn ha parlato del futuro della categoria regina del motorsport: “Sarà fantastico avere un input direttamente dai piloti. Peccato che in passato questa opportunità non sia stata presa da tutte le parti”, ha ammesso Brawn.

L’attuale direttore sportivo della Formula Uno, Ross Brawn, ritiene indispensabile il coinvolgimento dei piloti nelle decisioni che dovrà prendere la Federazione nel prossimo futuro. Ad ottobre 2019 verranno varati, infatti, i regolamenti tecnici del 2021 che cambieranno il volto della F1. Tra i piloti che collaboreranno con gli organi decisionali vi sarà il cinque volte campione del mondo della Mercedes.

Sono felice che Lewis abbia confermato la sua disponibilità a dare il proprio contributo nei prossimi mesi – ha dichiarato Ross BrawnNon vediamo l’ora di lavorare con lui, in particolare nei tre incontri che abbiamo in programma. Siamo contenti che Lewis abbia espresso la sua fiducia nel lavoro che stiamo facendo, anche su argomenti come i nuovi circuiti. Ad esempio, il nuovo circuito in Vietnam è stato specificamente progettato per creare le condizioni che promuovano gare spettacolari e buone mosse di passaggio”.

La mission di Liberty Media è chiara: “Sappiamo bene che la Formula 1 deve apportare un importante cambiamento di direzione se vuole mantenere la sua posizione come uno degli spettacoli sportivi più seguiti al mondo – ha spiegato Ross BrawnNoi, la FIA e le scuderie concordiamo sugli obiettivi e c’è un ampio accordo sui principi fondamentali, come l’introduzione del budget cup e una più equa distribuzione delle entrate. Mentre sugli aspetti tecnici noi e la FIA abbiamo collaborato con ingegneri di tutti i team. Sarà fantastico avere un input direttamente dai piloti”.