Nemmeno il tempo di elaborare il gran premio di Singapore appena passato che la Formula 1 è già in corsa a Suzuka, in Giappone, dove le monoposto a partire già da domani sfrecceranno su uno dei circuiti più famosi e amati dagli stessi piloti. Nel corso della giornata odierna però ancora niente attività in pista, ma solo domande e risposte dei piloti in merito alle questioni più disparate, una su tutte però spicca chiaramente ed è la famosa e tanto discussa tematica del budget cap, due sarebbero le scuderie incriminate di averlo sforato nel corso del 2021, Aston Martin e Red Bull, seppur la prima in maniera più leggera della seconda, non si può comunque certo trascurare una grave infrazione del regolamento che potrebbe aver portato a cambiare gli equilibri in un mondiale già di per se molto serrato. 

Intervistato sulla faccenda Lewis Hamilton ha detto che serve fare chiarezza: 

Credo che sia molto, molto importante, fare chiarezza. Dobbiamo continuare ad avere la massima trasparenza nei confronti dei fans, degli appassionati, per l’integrità dello sport. Nel dettaglio non ne so abbastanza, ci sono molte conversazioni che sentiamo nel paddock ma nessuno è davvero a conoscenza dei dettagli della vicenda, vengono riportati numeri molto diversi. Mi aspettavo che i risultati delle indagini fossero già pubblicati, ma mi piace pensare che questo ritardo sia dovuto alla volontà della FIA e del Presidente di fare le cose al meglio nell’interesse dello sport. Non sarebbe positivo se non ci fossero provvedimenti in caso di violazione. Qualora non dovesse esserci una punizione in linea con i vantaggi ottenuti dall’infrazione sarebbero in discussione i nostri valori, l’integrità dello sport. Lo scorso anno chiedevo sempre aggiornamenti, e ricordo che l’ultimo pacchetto lo abbiamo ricevuto a Silverstone, migliorando la nostra performance di tre decimi. Sono abbastanza certo che il costo di quel pacchetto era poco più di un milione, e ricordo anche che vedendo i camion con i pezzi che continuavano a portare in pista quei ragazzi (Il riferimento è a Red Bull ndr) ho pensato che sarebbe diventato sempre più duro batterli, perché noi eravamo di fatto fermi da tempo. Sono certo che se avessimo avuto un ultimo mezzo milione da spendere in alcune gare nella seconda metà di stagione saremmo stati in una posizione diversa. Ma detto questo, sono orgoglioso e grato di come ha lavorato la squadra, e per questo spero che venga fatta la massima chiarezza” ha ribadito Lewis chiudendo.

Mentre in merito all’amore che praticamente tutti provano per la famosa pista di Suzuka il britannico 7 volte campione del mondo ha detto: 

“Sono tutte curve a media e alta velocità. Se superi la linea bianca, sai che troverai erba o ghiaia. In molti punti non riesci nemmeno vedere il bordo del circuito perché sei un po’ immerso nell’auto, come ad esempio alla curva ‘6’. Sai che stai guidando su un pezzo di storia del motorsport, quando hanno costruito questa pista hanno seguito quello che era la topografia del luogo, non hanno appiattito tutto, è una pista originale, con una sua anima”

Ora la FIA ha comunicato che le pubblicazioni dei risultati e gli eventuali provvedimenti slitteranno a dopo la settimana del Gran Premio del Giappone, in un weekend che si preannuncia molto caldo. 

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: