È tempo di test per Mercedes e Porsche in vista dell’inizio della prossima stagione di Formula E. I costruttori tedeschi si preparano all’elettrizzante battaglia teutonica 2019-2020.

La Mercedes ha concluso due giorni di test a Verano de’ Melegari, riscontrando ottimi risultati. La EQ Silver Arrow 01 ha completato ben 218 giri sulla pista di Varano con i piloti Gary Paffett e Stoffel Vandoorne. Due giorni impegnativi sul tracciato emiliano che si ripeteranno anche il prossimo mese per omologare al meglio la stella elettrica in vista della stagione di debutto in Formula E.

È bello tornare al volante di una vettura motorizzata Mercedes – ha annunciato Gary PaffettSicuramente c’è ancora molto lavoro da fare, ma il test è stato molto positivo. Ora abbiamo molti chilometri alle spalle e la macchina si sta rivelando molto affidabile. Sono stati due giorni molto positivi, non vedo l’ora di tornare in macchina”.

Mercedes-Benz Formula E

Gli fa eco Stoffel Vandoorne: “Abbiamo avuto due giorni molto positivi a Varano. È stato bello verificare i progressi della nostra powertrain dallo shakedown che ho fatto tempo fa. Tutto questo è parte di un lungo processo. C’è ancora molto da fare e tutti ne siamo consapevoli. Tuttavia, posso dire che le prime impressioni sono molto positive. Tutto sembra lavorare per il meglio e la base è buona. Al momento, è quello che conta: è stato un inizio positivo”, ha concluso l’ex pilota della McLaren F1.

Porsche continua lo sviluppo in attesa del debutto

La casa di Stoccarda ha completato parte dei test programmati per la messa a punto della monoposto elettrica in previsione della stagione 2019-2020 di Formula E. I tre giorni di filming day in Spagna ad ottobre rappresenteranno l’ultima occasione per collaudare la vettura prima del debutto a Ad Diriyah. I primi test sono iniziati ad inizio anno con Neel Jani e Brendon Hartley alla guida della Porsche full electric sulla pista a Calafat.

Il programma è continuato a Maiorca, sempre con lo svizzero e l’ex Toro Rosso protagonisti. Per ora non è ancora stato ufficializzato il pilota che affiancherà Neel Jani la prossima stagione. Brendon Hartley, nonostante un calendario fittissimo, teoricamente potrebbe combinare il suo nuovo ruolo in Toyota nel campionato WEC con l’impegno della Porsche in Formula E, ma ora il pilota che è dato più vicino all’accordo con Porsche è André Lotterer. La voce è stata confermata dalla rivista francese AUTOhebdo. Per l’attuale pilota della DS Techeetah si tratterebbe di un ritorno, dopo l’esperienza con Porsche nella classe LMP1 del WEC con la 919 Hybrid nel 2017.

Dopo oltre 1000 km percorsi, comunque, il team Porsche si dichiara ottimista e concentrato per l’anno venturo. “Stiamo gradualmente testando le performance della vettura per migliorare le cose – ha dichiarato Neel JaniMa la difficoltà per noi è che non abbiamo alcun riferimento cronometrico. Purtroppo, non testando nei tracciati dove si corre il weekend, non abbiamo alcun riferimento. Anche a Valencia non c’è una rappresentazione precisa perché il tracciato è molto diverso da quelli del campionato. Probabilmente, fino a Ad Diriyah, non avremo una piena comprensione: questo rende la cosa molto emozionante”.