IL SISTEMA CAPE

Un secondo ottimo spunto per mostrare applicazioni pratiche della teoria di Venturi a bordo delle formula 1 è quello che in gergo viene chiamato “cape”.

Voglio descriverlo perché, oltre ad essere un ottimo componente da usare per spiegare la teoria dell’aerodinamica, è stato scelto oramai da molte squadre e merita un approfondimento.

COME FUNZIONA

Ci appoggiamo nuovamente al concetto di tubo di Venturi, spiegato a fondo AL SEGUENTE LINK e qua riassunto.

Si è detto in buona sostanza che:

“La velocità di un gas è strettamente legata alla larghezza della sezione di passaggio che lo stesso percorre. Tanto maggiore sarà l’estensione del canale di scorrimento, tanto minore sarà la velocità che il gas assume per fluirvi attraverso. Inoltre, al ridursi della rapidità di scorrimento del gas, crescerà la pressione interna al fluido e viceversa”.

In definitiva: un fluido che scorre attraverso una sezione molto larga rallenta e, cosi facendo, accresce la sua pressione.

Viceversa, quando il flusso deve accelerare per passare attraverso una strettoia accelera e quindi riduce la sua pressione; ecco ciò che dice Venturi con la sua teoria.

clicca qui

LO SCHEMA PRATICO DEL SISTEMA CAPE

Sostanzialmente, vediamola cosi, se qualcuno riuscisse a creare una strettoia tra la macchina e l’asfalto, il flusso che passerebbe lì dovrebbe accelerare. Riducendo la pressione si creerebbe una “depressione” sotto la macchina, che attirerebbe l’auto stessa verso il suolo. Maggiore deportanza.

Questo è ciò che avviene grazie al cape: non sembra in fondo un sistema che genera una riduzione di passaggio sotto la monoposto?

ESEMPI SULLE VETTURE F1 2020

Come detto, molte macchine lo hanno confermato e tante altre lo hanno introdotto proprio quest’anno, a segno che è una innovazione molto efficace per generare la deportanza necessaria sul lato anteriore. Vediamo alcuni esempi.

CONCLUSIONI

Immaginando il sistema cape come un piatto molto ravvicinato al suolo e con un ingresso ad imbuto, di colpo ci rendiamo conto che stiamo parlando di qualcosa molto simile ad un mini-fondo piatto. Ecco quindi che gli esempi dell’uso del tubo di venturi aumentano attorno alle auto di formula 1. Abbiamo già discusso il ruolo delle pance laterali (LINK) e il cape. Il prossimo sarà di conseguenza proprio lui: il fondo piatto.

Fino ad allora, vi auguro un buon proseguimento.

clicca qui

Dall’ing. Alberto Aimar

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: