Toto Wolff ha sottolineato come la Mercedes abbia mostrato segnali promettenti nel GP della Stiria, nonostante il dominio di Verstappen.

Il GP d’Austria di questo fine settimana rappresenterà una tappa molto importante in ottica campionato. Si terrà infatti il secondo appuntamento consecutivo sul tracciato del Red Bull Ring, che lo scorso weekend, nel GP della Stiria, ha avuto un solo padrone: Max Verstappen. L’olandese ha dominato l’intero evento, portando il suo vantaggio in Classifica Piloti a 18 punti su Lewis Hamilton, e la Red Bull, grazie anche al quarto posto di Sergio Pérez, ha così potuto allungare sulla Mercedes nel Campionato Costruttori, dove il distacco è di ben 40 lunghezze. L’attuale superiorità della scuderia di Milton Keynes non sembra tuttavia scoraggiare Toto Wolff, che nonostante la cocente sconfitta di settimana scorsa vede ancora una Stella in lotta per il titolo e spera, grazie alle informazioni raccolte lo scorso weekend, di ottenere la vittoria nel secondo Gran Premio al Red Bull Ring.

“Lo scorso weekend abbiamo sfruttato al meglio le opportunità che si sono presentate…” – ha detto l’austriaco nella sua preview del GP d’Austria – “…e nonostante la nostra macchina non fosse la più veloce abbiamo ottenuto un bel doppio podio ed un bel bottino di punti. Ogni volta che scendiamo in pista noi corriamo per vincere, ma, anche se abbiamo mancato il gradino più alto del podio, nel GP della Stiria abbiamo ricevuto molti segnali incoraggianti. I nostri piloti hanno guidato bene, i nostri pit stop sono stati eccellenti e le nostre scelte strategiche sono state ottime. Questo fine settimana ci sarà un’altra difficile sfida tra le montagne della Stiria, ma correre una seconda gara sullo stesso circuito del weekend precedente porta anche opportunità”.

Wolff spera che il secondo evento austriaco possa favorire il complesso lavoro di setup della W12, e crede che i campionato sia tutt’altro che deciso: “Lo scorso weekend abbiamo sperimentato con il setup al venerdì, quindi per questo fine settimana speriamo di arrivare nelle prime prove libere con una macchina più equilibrata, così da poter costruire su quella base. Gli pneumatici saranno anche di uno step più morbidi, perciò questo elemento rappresenterà un’ulteriore sfida per tutti i team e aprirà nuovi scenari in termini di strategia. Questo campionato è una lotta tra pesi massimi in 23 round, e ci troviamo appena oltre un terzo del percorso. Si presenteranno molte opportunità e tutto resta ancora da decidere, quindi siamo carichi per la nona gara”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: