L’analisi dei tempi delle prove del GP di Monaco può permettere di capire quanto funziona il pacchetto Ferrari, aspettando lo spegnimento dei semafori.

L’analisi dei tempi delle prove del GP di Monaco dice: 230 millesimi dividono Leclerc da Verstappen, 25 millesimi più indietro c’è uno stupefacente Bottas; altri 10 millesimi per trovare un Carlos Sainz arrabbiato per aver mancato la prima fila ed infine altri 9 per Norris.

Il fatal giro di Leclerc, li ha stoppati un pò tutti, ma avrebbe davvero fatto la differenza?

Verstappen e Bottas sono stati i più veloci nel primo settore, andando costantemente a guadagnare da 1 a 2 decimi alle Ferrari, con Sainz leggermente più rapido di Leclerc.

Il secondo settore è un fulmine di Leclerc, capace di guadagnare dai 2 ai 4 decimi su tutti: solo Sainz riesce ad avvicinarsi.

Il terzo settore è similare un pò per tutti, i gap sono minimi e sembra che sia addirittura Norris a fare i tempi più costanti in quel tratto.

L’analisi dei tempi delle prove del GP di Monaco mostra che è questione di millesimi, ma anche come Leclerc abbia i numeri per poter restare davanti.

Ma allora cosa farà la differenza?

Durante le 3 fasi della qualifica si può notare una cosa importante: la Ferrari e la Red Bull mandano in temperatura le gomme molto velocemente. Solo un piccolo abbassamento della temperatura ambientale/asfalto in Q3 ha costretto Leclerc e Sainz a fare due giri di riscaldamento.

Verstappen si è sempre concesso un solo giro di riscaldamento, riuscendo a trovare subito la prestazione: l’olandese è il nemico numero 1 e se la Red Bull numero 33 in partenza sarà come negli altri GP, bisognerà tenere duro alla prima curva.

Bottas può essere un pericolo anche se qui a Monaco si sa com’è la storia della partenza e dell’arrivo. Potrebbe anche giocare un ruolo favorevole alla Ferrari, potendo attaccare Verstappen.

Le Ferrari sono le vetture che hanno fatto i tempi migliori con più giri sulla gomma, migliorando costantemente la prestazione senza particolari segni di usura.

Bisognerà guardare al cielo per capire quanto la gara potrà essere variabile. E al cambio di Leclerc.

Per il momento ci godiamo il momento filosofico di Max e Charles, per come entrambi hanno commentato il muro del monegasco.

 

Godiamoci la gara e ci vediamo nel post, per commentare tutto ciò che accadrà nel GP di Monaco 2021.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: